Tutti i passi da seguire per ottenere una pianta di pomodori sani e succosi

Il pomodoro, che sia pachino o San Marzano, è sicuramente una delle piante da orto più importanti della stagione primaverile. Parliamo, infatti, di una pianta che dona grandi soddisfazioni a qualunque coltivatore.

Però, forse, non tutti sanno che seminare i pomodori direttamente nel campo non è consigliato. Risulta, infatti, molto meglio farli crescere direttamente in un vasetto o comprarli al vivaio e, solo in seguito, trapiantarli in terra. Ecco allora che in questo articolo parleremo di tutti i passi da seguire per ottenere una pianta di pomodori sani e succosi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Cosa guardare durante la scelta

Dato che molti, per mancanza di tempo o comodità, scelgono di comprare le piante in vivaio è importante saper riconoscere quella giusta. La piantina deve apparire sana e robusta ad un primo esame visivo, è infatti importante assicurarsi che le foglie siano verdi e non ingiallite. Soprattutto quelle basali, cioè nella parte più bassa del fusto, perché sono le prime a deteriorarsi in caso si stress. Anche un controllo alla terra è utile: mai prendere una pianta se notiamo la presenza di muffe. Infine, bisognerebbe controllare anche che le radici siano bianche e non eccessivamente aggrovigliate.

La delicata fase del trapianto

Per poter trapiantare in sicurezza dovremmo seguire prima qualche passaggio preliminare. Lasciare la pianta uno o due giorni all’aria aperta fa in modo che questa si abitui alle condizioni climatiche. È anche importante assicurarsi che il suolo sia concimato e ricco di nutrienti, nonché predisposto ad evitare che l’acqua ristagni favorendo così alcune malattie fungine.

Una volta assicurati questi passaggi basterà fare una piccola buca nel terreno e lì riporre la piantina facendo molta attenzione a non danneggiare le radici. I pomodori andranno poi piantati ad una distanza tra i 70 e i 120 cm tra di loro. Ognuno con la propria stecca di sostegno per aiutare durante la crescita.

Le cure dopo il trapianto

Eseguito con successo il trapianto, ecco alcuni passi:

a) irrigare continuamente;

b) fare attenzione ai parassiti (come le lumache);

c) eliminare le erbe infestanti.

Primo periodo dopo il risultato sarà sicuramente una pianta forte e sana, pronta a produrre in grande quantità.

Erano questi tutti i passi da seguire per ottenere una pianta di pomodori sani e succosi.

Approfondimento

Il sorprendente rimedio naturale che farà miracoli nel nostro orto

Consigliati per te