Tutti i passaggi per creare una playlist collaborativa da condividere con gli amici

Avere una libreria musicale perfetta è qualcosa di estremamente soddisfacente. È un po’ come avere ordine in casa: magari gestire ogni dettaglio in modo che tutto sia al suo posto è un po’ noioso. Allo stesso tempo, però, è anche estremamente gratificante. Lo stesso vale per le playlist: quando serve, è bellissimo sapere dove trovare la musica adatta per il momento. Che sia per creare un’atmosfera romantica, per caricarsi prima di una prova o per commuoversi, quando ogni cosa è apposto ci si sente più sereni.

Ancora più bello di avere una playlist in ordine, è averla in ordine e condivisa con gli amici. In questo modo non ci sarà più bisogno di mandarsi canzone per canzone le nuove scoperte musicali, ma saranno tutte lì, pronte da ascoltare. Ecco allora tutti i passaggi per creare una playlist collaborativa da condividere con gli amici: questo metodo svolterà gli ascolti, vostri e dei vostri amici.

Tutti i passaggi per creare una playlist collaborativa da condividere con gli amici

Se state usando Spotify da desktop, la prima cosa da fare è individuare nella colonna di sinistra l’opzione “Crea playlist”. Da telefono, la stessa cosa si può fare andando su “La tua libreria”, in basso a destra, e cliccando sul simbolo del più in alto a destra. Una volta creata e rinominata la playlist, da computer basterà andare sulla playlist creata, che si trova sempre nella colonna a sinistra.

A questo punto, si può cliccare il tasto destro e scegliere “playlist collaborativa”. In alternativa, si può aprire la playlist, cliccare sui tre puntini di fianco al tasto verde “play” e selezionare sempre “playlist collaborativa”. Da telefono, basterà aprire la playlist e selezionare l’opzione dal menu che si apre schiacciando sui tre puntini. A questo punto, da qualsiasi device basterà scegliere l’opzione “condividi” dai tre puntini di sospensione e inviarla agli amici. Se sceglieranno di seguirla, la troveranno nella loro libreria, e potranno aggiungere i brani che desiderano.

Quando si può creare una playlist collaborativa

Si può rendere una playlist collaborativa anche dopo che sono già stati aggiunti dei brani. Perciò, chi ha vecchie playlist che vorrebbe arricchire con l’aiuto altrui, ha sempre questa opzione a disposizione. Inoltre, questa opzione è reversibile. Chi ha creato la playlist, infatti, può sempre selezionare l’opzione “Rendi non collaborativa”.

Condividere le playlist con gli amici renderà l’esperienza di ascolto davvero unica, perché troverete accostati brani scelti da gusti diversi. Oppure, per chi la condivide con persone dai gusti simili, sarà un’ottima occasione per arricchire la propria cultura musicale.

Approfondimento

Come creare la propria playlist personalizzata con Spotify dal telefono

Consigliati per te