Tutti i metodi per pulire il lavandino della cucina senza inquinare

La cucina è senza dubbio una delle stanze più utilizzate dell’intera casa. In questo luogo solitamente consumiamo almeno tre pasti al giorno, accumulando piatti e bicchieri sporchi che vengono lasciati nel lavandino. Ed è per questo che spesso quest’ultimo risulta sporco e a lungo andare perderà la sua iniziale lucidità. Ecco quindi tutti i metodi per pulire il lavandino della cucina senza inquinare e per donargli nuovamente quell’aspetto brillante e senza macchie.

I metodi più classici

Il primo passo per un lavello sempre pulito è ovviamente la costante manutenzione. Ma questo non sempre può bastare, infatti a volte i residui di cibo, di calcare o altro si depositano comunque macchiando la superficie dell’acciaio.

Un primo e sempre efficace metodo è quello dell’aceto bianco. Puliamo e asciughiamo con estrema cura tutto il lavandino. Quindi prendiamo un panno morbido e asciutto e bagniamolo con l’aceto bianco. Passiamo lo strofinaccio inumidito su tutta la superficie del lavandino, osservando come man mano le macchie scompaiano e l’acciaio torni lucido. Terminiamo asciugando con un panno morbido asciutto.

Il famoso bicarbonato di sodio è anche un valido rimedio contro tutte le macchie. Strofiniamo la superficie del lavandino delicatamente e con movimenti circolari, avendo poi cura di pulire con un panno morbido e asciutto. L’azione abrasiva del bicarbonato aiuterà a far tornare splendente l’acciaio. Attenzione però a non farlo cadere nello scarico.

Infine anche le proprietà del limone possono essere utili in questo caso. Infatti il suo succo è particolarmente efficace soprattutto contro le macchie di ruggine e di calcare.

Un metodo molto particolare per pulire il lavandino

Ma tra tutti i metodi per pulire il lavandino della cucina senza inquinare certamente ne manca ancora uno davvero efficace ma molto particolare. Tutto quel che ci serve è infatti un po’ di farina, sempre presente nelle nostre case.

Laviamo e asciughiamo con cura il nostro lavandino. Dopodiché versiamo della farina nel lavabo e iniziamo a strofinare le superfici delicatamente e con movimenti circolari. Dopo averla lasciata agire per 5 minuti rimuoviamo la farina con un panno asciutto come abbiamo fatto per il bicarbonato. Attenzione anche in questo caso, se la farina dovesse finire nello scarico potrebbe ostruirlo. Il nostro lavello con questo semplice rimedio tornerà lucido!

Un altro utile consiglio per una pulizia sempre efficace è quello di usare uno spazzolino da denti. La sua testa piccola infatti può aiutare a raggiungere anche la più piccola zona del nostro lavandino.

Consigliati per te