Tutti i casi in cui un sorpasso è vietato

Guidare un’autovettura comporta precise responsabilità e doveri. I guidatori devono infatti attenersi alle regole previste dal Codice della Strada e alla massima prudenza. In caso contrario si può rischiare un incidente o una sanzione amministrativa. La Redazione di ProiezionidiBorsa ha recentemente analizzato le sanzioni previste per chi utilizza impropriamente le corsie di emergenza in autostrada. Un’altra manovra molto pericolosa quando siamo alla guida, è sicuramente il sorpasso. L’articolo 148 del CdS stabilisce i casi in cui è possibile sorpassare e tutti i casi in cui un sorpasso è vietato. Analizziamo quanto previsto dalla normativa e le sanzioni per i trasgressori.

Come comportarsi alla guida

Il Codice prevede che il sorpasso avvenga esclusivamente in condizioni di perfetta visibilità e in tratti di strada che lo consentano. Inoltre, l’automobilista dovrà verificare che il veicolo che lo precede non abbia messo una freccia e che non sopraggiunga nessuno in senso contrario. Il guidatore segnalerà con la freccia l’inizio della manovra, effettuandola mantenendo adeguate distanze dagli altri veicoli.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Tutti i casi in cui un sorpasso è vietato

L’articolo 148 del Codice della Strada vieta di effettuare un sorpasso in corrispondenza di un dosso o di una curva. O comunque in condizioni di scarsa visibilità, a meno che si si viaggi in una strada a due corsie per senso di marcia. In linea di massima, è anche vietato il sorpasso in corrispondenza di incroci con altre strade, rotaie del tram e passaggi a livello. Per analizzare tutti i casi in cui un sorpasso è vietato, bisogna considerare alcune casistiche generali. La manovra non può avvenire in mancanza di spazio o visibilità sufficienti, in corrispondenza di incroci e segnali di divieto. Sorpassare mezzi fermi ad un passaggio pedonale o in procinto di esso non è consentito.

Quando è consentito

Abbiamo visto tutti i casi in cui un sorpasso è vietato, si deduce, quindi, che nelle altre situazioni è generalmente consentito. In alcuni casi è anche possibile effettuare un sorpasso a destra. Si tratta però di casistiche specifiche come il sorpasso di un mezzo che sta per effettuare una svolta a sinistra. Oppure il superamento a destra di un tram che circoli su corsia riservata. Ricordiamo che il sorpasso a destra è severamente vietato sulle autostrade. Dove però è consentito il superamento a destra, ossia il proseguimento della marcia nonostante la presenza di altri veicoli a sinistra.

Le sanzioni

Il Codice della Strada dispone anche precise sanzioni per chi non si attiene alle regole e sorpassa in maniera imprudente. Un sorpasso non consentito comporta normalmente sanzioni variabili da 80 a 308 euro ed una decurtazione di 3 punti dalla patente. La sottrazione di punti sale a 5 per il sorpasso a destra in autostrada. Con la sospensione della patente da 1 a 3 mesi in caso di recidiva. Le sanzioni salgono fino a 646 euro per chi supera e destra un tram che sta facendo scendere i passeggeri. Arrivando a 1.272 euro per le sanzioni commesse alla guida di camion con massa superiore a 3,5 tonnellate. In questi casi, il Codice prevede anche una decurtazione di 10 punti e la sospensione fino a 3 mesi della patente.

Consigliati per te