Tutti credono di fare grandi affari su questo sito online ma quasi nessuno conosce realmente i rischi di questa operazione

Negli ultimi anni, l’e-commerce è cresciuto vertiginosamente anche in Italia.

Basti pensare che nel 2020, secondo i dati pubblicati dal Consorzio del Commercio Elettronico Italiano, l’e-commerce, solo nel nostro Paese, ha generato un fatturato di circa 59 miliardi di euro.

Sempre più persone, infatti, hanno deciso di fare acquisti online. Complici anche la pandemia, il lockdown e le restrizioni dovute all’emergenza da Covid 19.

E anche nel 2021 gli acquisti attraverso i siti Web continuano a crescere costantemente.

Lo shopping online è talmente semplice e veloce che anche farlo direttamente dal cellulare è oramai diventato un’abitudine.

In pochissimi minuti e con qualche click, oggi, è possibile acquistare praticamente tutto in rete.

Dai farmaci generici senza l’obbligo di ricetta ai prodotti per la cura della persona. Dai beni alimentari all’abbigliamento. Dall’infanzia alla tecnologia e così via.

Il numero degli acquisti di beni e servizi sul web continua a crescere notevolmente e i motivi sono tra i più svariati.

Ma di certo, tra i motivi principali, c’è un risparmio in termini economici. E anche di tempo. Si può fare acquisti comodamente da casa o direttamente dall’ufficio!

Tuttavia, comprando su internet non è detto che si risparmi sempre. A volte, tutti credono di fare grandi affari su questo sito ma quasi nessuno conosce realmente i rischi di questa operazione.

Quest’oggi, infatti, con i Consulenti di ProiezionidiBorsa spiegheremo alcuni rischi che i consumatori corrono quando fanno gli acquisti sul web.

Tutti credono di fare grandi affari su questo sito online ma quasi nessuno conosce realmente i rischi di questa operazione

In alcuni settori, se confrontiamo i prezzi di un prodotto in vendita su alcuni siti online e in alcuni negozi fisici, emergono delle notevoli possibilità di risparmio.

Ma occorre prudenza. Perché la rete offre tante possibilità di risparmio ma le sorprese sono sempre dietro l’angolo se non si fa attenzione.

AliExpress e Alibaba e non solo

Moltissimi prodotti che acquistiamo in rete, vengono direttamente dalla Cina.

E moltissimi consumatori, attirati dagli importanti sconti, fanno acquisti dall’Italia dal sito AliExpress.

AliExpress è un famoso sito di e-commerce cinese che assomiglia molto a eBay che appartiene al gruppo Alibaba.

Si tratta del gigante della vendita al dettaglio di e-commerce. Nonché rivale a livello mondiale di  Amazon. Parliamo, dunque, dei due colossi dell’e-commerce.

Eppure, tutti credono di fare grandi affari su questo sito online ma quasi nessuno conosce realmente i rischi di questa operazione.

Molti utenti che decidono di acquistare prodotti in rete dalla Cina, spesso, sottovalutano alcuni rischi.

Il dazio doganale

Il dazio doganale è una tassa che si paga sull’importazione delle merci. Da non confondere con le spese di spedizione.

L’acquirente nel momento in cui acquista un prodotto online conosce anche quelle che saranno le spese di spedizione che spesso sono gratuite se si superano un determinato importo.

Le imposte doganali, invece, non solo sono difficili da quantificare ma nemmeno indicate al momento dell’acquisto. Anche perché variano a seconda dello Stato di destinazione e della categoria della merce.

Quindi, quando acquistiamo un prodotto sul web, come in questo caso dalla Cina, e tramite questo sito, o comunque anche altri siti, facciamo attenzione non solo a quello che acquistiamo ma anche all’eventuale dazio doganale e all’IVA.

Di regola, l’IVA si paga quando il valore del bene acquistato supera i 22 euro. Il dazio doganale quando si superano i 150 euro.

Inoltre, anche l’Agenzia delle Dogane che controlla le merci potrebbe bloccare i pacchi in dogana per controllare la regolarità dell’importazione di una determinata merce applicando anche delle sanzioni.

Per cui attenzione a comprare online, non sempre si risparmia.

Approfondimento

Senza questo codice non si potranno fare più acquisti online

Consigliati per te