Tutte le novità sul nuovo Decreto che aiuta cittadini ed imprese

Il Paese è in attesa di conoscere i provvedimenti che l’Esecutivo intende mettere in atto per contrastare la nuova ondata di epidemia. Nella notte le indiscrezioni di un Decreto ad hoc affiancato alla nuova manovra sono diventante insistenti. Non abbiamo ancora un testo definitivo ma alcuni punti sembrano essere condivisi dalle varie forze di maggioranza. Vediamo quindi tutte le novità sul nuovo Decreto che aiuta cittadini ed imprese.

Sostegno all’economia

Da un lato le misure di contrasto all’incremento dei contagi potrebbero danneggiare ulteriormente tantissime PMI italiane. Dall’altro, il Governo intende istituire un fondo di almeno 4 miliardi a supporto dei settori maggiormente colpiti. Inoltre, l’Esecutivo prorogherà la moratoria sui mutui ed il supporto al credito dato dalle garanzie pubbliche di MCC e SACE. In altre parole, le imprese potranno chiedere un’ulteriore sospensione del pagamento delle rate dei mutui. Oltre a beneficiare della garanzia statale per ottenere nuova finanza alle banche.

Prova il Trading iBroker in TradingView con una Demo Gratuita e dati in tempo reale.
Attivabile subito.

PROVALA ORA!

Il pagamento dei debiti rinviato al 2021

Sembra ormai deciso anche un ulteriore rinvio del pagamento delle cartelle esattoriali in scadenza entro il 31 dicembre. La manovra dovrebbe riguardare anche i provvedimenti già notificati. Tra tutte le novità sul nuovo Decreto che aiuta cittadini ed imprese, questa è certamente una tra le più attese. Il rischio di un’ondata di adempimenti fiscali è da settimane l’incubo di imprese e famiglie. Un rinvio sino a fine anno, consentirebbe di affrontare con meno patemi i prossimi difficili mesi.

Proroga della Cassa Integrazione

Il nuovo Decreto dovrebbe contenere uno stanziamento straordinario per allungare i termini per la Cassa Integrazione. Buone notizie quindi per le imprese in difficoltà ed i loro dipendenti. L’INPS dovrebbe quindi estendere il beneficio e garantire un reddito anche ai tanti lavoratori che hanno esaurito le settimane previste finora. Questa manovra dovrebbe anche comportare un’estensione del divieto di procedere a nuovi licenziamenti per motivi economici. Su questo punto, però, sembrano esserci maggiori divisioni tra le parti politiche.

Smart working sempre più incentivato

Novità anche sul telelavoro, dopo il primo incentivo arrivato con il Decreto Agosto e il successivo rallentamento del DPCM del 7 ottobre. Il ricorso al lavoro da casa dovrebbe tornare sistematico per buona parte dei dipendenti pubblici. Le indiscrezioni indicano anche un nuovo stimolo per le imprese private a incentivare i dipendenti a lavorare da casa. Tra tutte le novità sul nuovo Decreto che aiuta cittadini ed imprese, quella sullo smart working appare la più complessa. Il Governo è infatti al lavoro per dirimere alcune problematiche di carattere normativo.

Tutte le novità sul nuovo Decreto che aiuta cittadini ed imprese

La Redazione di ProiezionidiBorsa continuerà a monitorare le novità in arrivo da Palazzo Chigi e darne notizia ai Lettori. L’orientamento sembra già stabilito e dovrebbe prevedere una sostanziale conferma dell’ impianto di incentivi già adottato nei mesi scorsi. Il Paese necessita ora più che mai di un’iniezione di liquidità e fiducia. I soldi del MES potrebbero diventare ancor più necessari ed urgenti. Per il momento, le casse dello Stato possono beneficiare dei tassi degli ultimi collocamenti dei titoli di Stato. Grazie all’intervento della BCE, infatti, l’Italia potrebbe risparmiare miliardi di interessi nei prossimi anni. Per approfondire questa tematica, rimandiamo ad un nostro recente articolo in merito.

BNP Turbo Unlimited
BNP Turbo Unlimited

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.