Tutte le cose da sapere sul ritmo biologico del corpo e 6 attenzioni per vivere meglio

Ci sono persone che possono dormire 4 ore per notte e si sentono bene e fresche come una rosa appena svegli. Altre hanno bisogno di almeno 7-8 ore di riposo per essere in forma durante il giorno.

Da cosa dipende questa variazione di ritmi? Ebbene la risposta si trova nella spiegazione dei cicli circadiani. La cronobiologia è una scienza che studia la funzionalità di questi ritmi biologici che sono caratteristici di tutti gli esseri viventi.

Nel 2017 tre scienziati hanno ricevuto il Nobel per la medicina poiché hanno scoperto questo meccanismo interno agli organismi viventi.

Tutte le cose da sapere sul ritmo biologico del corpo e 6 attenzioni per vivere meglio

Cosa sono i cicli circadiani e come influenzano la nostra vita? Si può dire che la nostra giornata sia divisa in 8 fasi di 3 ore ciascuna. A partire dalle 6 del mattino e via via ogni 3 ore il nostro corpo attraversa delle variazioni specifiche.

Ognuno di noi ha delle caratteristiche fisiche, metaboliche e degli stili di vita diversi. È bene sapersi conoscere per capire come allinearsi con le necessità che il nostro corpo ci richiede. Questo per evitare sforzi, affaticamenti e disturbi che potremmo facilmente evitare con il semplice equilibrio del nostro bioritmo.

Ecco tutte le cose da sapere sul ritmo biologico del corpo e 6 attenzioni per vivere meglio.

In primis, la luce elettrica e degli schermi ha un’influenza molto forte sulle nostre onde cerebrali. Stare davanti al telefono o alla tv prima di dormire può provocare insonnia o disturbi del sonno.

Cosa fare per evitare la sindrome del jet lag sociale

I ritmi di vita sballati e lavorare troppo e fino a tardi ci impediscono di dormire e quindi vivere bene.

Ecco delle soluzioni per migliorare il ritmo di vita:

a) cercare di andare a camminare in un parco o passare un fine settimana nella natura;

b) cercare di addormentarsi sempre alla stessa ora per capire l’orario migliore per dormire bene;

c) cercare di fare degli stiramenti o un po’ di esercizio fisico la sera per rilassare il corpo;

d) evitare zuccheri, bibite energizzanti e cibi pesanti dopo le ore 21;

e) controllare il livello di melatonina ed esporsi alla luce del sole, prendere eventualmente degli integratori;

f) spegnere le luci e allontanarsi da apparecchi elettronici almeno una mezz’ora prima di addormentarsi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te