Tutte le acque floreali da utilizzare nella cosmetica vegetale

La natura ci mette a diposizione degli ingredienti buoni e profumati per permetterci di creare i nostri prodotti di igiene e cosmetica. Questo permette di economizzare e produrre cosmetici fai da te in casa.

Eviteremo anche additivi o sostanze chimiche che sono spesso presenti nelle creme, olii e altri prodotti. In più avremo la soddisfazione di aver inventato o fabbricato qualcosa da sole, cosa che ci darà un bel senso di autonomia e fiducia.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Tutte le acque floreali da utilizzare nella cosmetica vegetale

Ecco una lista delle piante, frutti e fiori principali che possiamo utilizzare per oli, idrolati, creme e altri prodotti cosmetici, come:

  • fiordaliso;
  • palmarosa;
  • hammamélis;
  • cistus;
  • pompelmo;
  • olio dell’albero del tè (tea tree oil);
  • verbena;
  • calendula.

Da questi elementi naturali possiamo ricavare delle acque floreali da usare pure e da sole. Si possono usare per il viso, la mattina prima di applicare una crema da giorno. E la sera per dare un tocco di freschezza in più alla pelle dopo esserci struccate. Vediamo insieme le proprietà di queste acque fiorite e profumate e tutte le acque floreali da utilizzare nella cosmetica vegetale.

Proprietà e benefici delle acque floreali

L’acqua di fiordaliso aiuta a calmare e da un tocco energizzante e rivitalizzante agli occhi stanchi. L’hammamélis dà conforto alle pelli sensibili che sono soggette ai rossori. Il tea tre oil, l’olio dell’albero del tè, ha un’azione astringente ed è ideale per le pelli con imperfezioni e a tendenza acneica.

La verbena ha delle virtù rassodanti che possono essere molto efficaci se utilizzata in complemento con altri prodotti antietà. La calendula ha mille virtù ma in generale sul viso si usa per idratare, rinforzare e proteggere le pelli fragili e irritate. Il pompelmo richiude i pori e dà una tinta e un colore più acceso e luminoso al viso, ha delle buone proprietà antibatteriche. Il cistus è utilizzato come supplemento post depilazione per calmare la pelle e i pori dopo trattamenti estetici.

Infine, la palmarosa è utilizzata per il cuoio capelluto che è soggetto a problemi di forfora.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te