Trump: tweet rabbiosi contro il G7

SINGAPORE (Reuters) – Il presidente americano Donald Trump ha pubblicato una serie di tweet manifestando la sua rabbia contro gli alleati della Nato, l’Unione europea e il primo ministro canadese Justin Trudeau dopo l’esito del divisivo G7 che ha avuto luogo nel weekend.

Lo scontro sulle politiche commerciali tra Washington e alcuni dei suoi alleati più stretti getta una lunga ombra sugli sforzi di Trump di stringere un accordo con il dittatore nordcoreano Kim Jong Un a Singapore.

Dopo aver lasciato il summit canadese in anticipo, l’annuncio di Trump di ritirare la firma dal comunicato congiunto aveva compromesso quello che già appariva un accordo fragile nel negoziato tra Washington e i suoi alleati più stretti.

“Lo scambio equo dovrebbe chiamarsi scambio da sciocchi se non è reciproco”, ha dichiarato Trump, in volo dal Canada a Singapore.

“Scusate, non possiamo più lasciare che i nostri amici, o nemici, si approfittino di noi sul piano commerciale. Dobbiamo privileggiare i lavoratori americani!”, ha continuato.

Nel comunicato, i partecipanti al summit avevano espresso, nonostante le fratture emerse durante l’incontro, la comune necessità di “commercio libero, equo e mutualmente vantaggioso”, anche se sembra che Washington voglia continuare a imporre misure punitive.

Il rischio è che Trump indisponga nazioni del cui supporto ha bisogno per far pressione sulla Corea del Nord per smantellare l’arsenale nucleare che minaccia gli Stati Uniti.

Trump: tweet rabbiosi contro il G7 ultima modifica: 2018-06-11T11:21:49+02:00 da redazione

Trova il tuo broker

Tickmill
XM
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.