Trump spara sui dazi: affonderà i listini americani sui massimi assoluti?

Come avevamo paventato ieri solo fattori esterni al ciclo economico macro e delle singole aziende (a trimestrali ormai note) avrebbe potuto frenare la rincorsa dei listini americani.

Ancora una volta è stato agitato da Trump lo spauracchio dei dazi, in questo caso su auto UE e sulla Turchia per mettere un freno al movimento rialzista che fino alla chiusura delle 22 italiane  e prima delle ultime dichiarazioni parevano molto bene impostati.

“HYCM”/
“HYCM”/

E’ evidente che la Presidenza americana non vuole bruciare tutta la benzina del rialzo in questa fase , rialzo che anzi andrebbe alimentando le voglie di rialzo dei tassi da parte dei ben noti falchi della FED.

Quali motivazioni vi siano dietro questo comportamento non è perfettamente chiaro. Se da un lato è impossibile pensare che Trump non conosca gli effetti che le sue parole producono sui mercati è anche difficile fare i complottisti e credere che ci stia speculando , con le adeguate coperture, sopra.

Una interpretazione interna al mandato presidenziale vuole che per un Presidente le probabilità di essere rieletto sono molto più alte se la sua presidenza termina con una buona predisposizione delle borse.

Ecco appunto forse è troppo presto per Trump per lasciare correre i listini verso massimi che poi sarebbero difficili da riattaccare quando negli USA si rientrerà in campagna elettorale.

Alla faccia di tutti quanti in America ma anche in giro per il mondo non lo sopportano dobbiamo pensare che il Tycoon punti a un secondo mandato presidenziale. Ragionandoci con calma direi che è evidente.

In questo contesto le borse europee sono chiamate a una prova di maturità per confermare o meno la buona predisposizione di ieri e soprattutto per mostrare la propria capacità , una volta tanto, di sganciarsi dai listini USA. Staremo a vedere, Italia in testa, ieri le prospettive parevano davvero buone… la partenza è stata incoraggiante ma soltanto nel corso della giornata e in particolare dopo l’apertura delle borse americane avremo la conferma o meno della bontà di questo tentativo di trend rialzista all’europea.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te