Sai quanto ti costerà la pensione?
Hai 350.000€ e vuoi saperne di più? Leggi La guida completa al tuo Reddito pensionistico.. Scopri di più >>

Trump da guerra o pace e i mercati

Nella notte italiana ha parlato Donald Trump.

Già dalle chiusure asiatiche positive possiamo intuire il tono utilizzato dal Presidente degli Stati Uniti d’America.

Un Trump pacifico e tranquillo offrirà ai mercati l’opportunità di consolidarsi sui livelli raggiunti.

Attenti al Trump arrabbiato

Viceversa segnali di nervosismo sulle borse asiatiche avrebbero segnalato un Trump incapace di frenarsi anche quando molti fattori lo consiglierebbero.

Al consueto tema dei dazi con la Cina altre aree di rischio saranno oggi scandagliate nel dettaglio delle parole pronunciate da Trump nella notte.

La lite col Parlamento americano sul muro col Messico rischia di diventare criticità molto forte in ambito americano.

Il budget americano non consente questo investimento ma pare proprio che Trump la stia mettendo su un piano molto personale quasi la individuasse come l’opera pubblica in grado di farlo passare alla storia.

Altra logica in merito non si intravede.

Uno stop del sistema legislativo si ripercuoterebbe immediatamente sui mercati finanziari sempre ostili alle complicanze politiche.

Analogamente un reiterato attacco alla FED porterà nuova incertezza sui mercati da poco più rilassati riguardo alle aspettative verso la Banca Centrale americana.

Temi macroeconomici odierni, disoccupazione UE al centro

In ambito macroeconomico la giornata di oggi si concentrerà su vari filoni di interesse.

In prima battuta verificheremo se la bilancia commerciale tedesca continuerà a sovra-perfomare i limiti teoricamente concessi dall’Unione europea.

Poi sarà la volta del tasso di disoccupazione in area UE a tenere banco.

Vista la compressione dei prezzi, questi due dati , in particolare quello sulla disoccupazione UE, potrebbero dare slancio alla direttrice che i prezzi avranno già intrapreso.

Una verifica dal settore petrolifero

Nel pomeriggio un paio di membri della FED proveranno eventualmente a tamponare l’effetto Trump ma difficilmente modificheranno in meglio o in peggio il crinale dei prezzi di borsa.

Interessante invece sarà scrutare il dato sulle scorte di greggio che finalmente inizierà a chiarire il reale impatto delle decisioni dell’OPEC e di conseguenza gli effetti sui titoli del settore petrolifero.

Trump da guerra o pace e i mercati ultima modifica: 2019-01-09T08:23:25+00:00 da Gianluca Braguzzi
Opera sui Mercati con XM
Opera sui Mercati con XM

Prova i segnali di Borsa per due mesi a 120 euro

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.