Truffe online, a cosa bisogna fare attenzione: una piccola guida pratica

L’internet e i servizi che propone sono sempre più parte integrante delle nostre vite. La comodità di comprare e pagare direttamente dal proprio cellulare o computer è sicuramente evidente a tutti e per questo ce ne serviamo quotidianamente. Purtroppo però l’internet è anche un terreno fertile per le truffe, e infatti non è raro incappare in problemi di questo genere. Per questo bisogna imparare a fare caso ad alcuni segnali di pericolo. Truffe online, a cosa bisogna fare attenzione: una piccola guida pratica.

Siti, mail, messaggi, link

Il primo e più importante segnale a cui fare attenzione è il sito. Il sito deve essere certificato e sicuro, e possiamo riconoscerlo grazie alla dicitura “https” affiancata a un lucchetto chiuso. Possiamo trovare questa sigla in alto nella barra degli indirizzi. Non fidiamoci mai di pagine che non possiedono questo protocollo di sicurezza.

Un altro importantissimo accorgimento è quello di non fidarci mai di e-mail e messaggi sospetti, che solitamente richiedono l’inserimento di dati personali o promettono premi. Se veniamo contattati da aziende con cui non abbiamo mai avuto rapporti dobbiamo insospettirci. Similmente potremmo ricevere comunicazioni da banche o aziende famose, ma questo deve avvenire sempre tramite indirizzo email certificato. Se così non fosse probabilmente si tratta di una truffa. È quindi importantissimo non aprire in alcun modo i link o scaricare i file presenti in queste email o messaggi. Se abbiamo dubbi piuttosto chiamiamo direttamente l’azienda o la banca interessata.

Siti di acquisti

Truffe online, a cosa bisogna fare attenzione: una piccola guida pratica. Quando vogliamo comprare qualcosa da internet è meglio affidarci sempre e solo a canali sicuri e che già conosciamo, o anche alle app ufficiali. Se il sito è nuovo controlliamo che siano presenti sia i dati necessari per contattare il venditore sia quelli relativi alla partita IVA. Per maggiore sicurezza possiamo anche controllare le recensioni e le esperienze presenti sul sito o su Google, scoprendo così truffe precedenti. Anche la presenza di una pagina social attiva con utenti che commentano può essere una garanzia. Diffidiamo invece di quei siti che fanno offerte fin troppo allettanti: se i prezzi sono troppo bassi è meglio insospettirsi.

Truffe online, a cosa bisogna fare attenzione: una piccola guida pratica per i pagamenti

Anche la forma di pagamento è molto importante. I metodi di pagamento preferibili sono quelli che prevedono l’uso di PayPal, di un bonifico bancario o di un pagamento in contrassegno. È comunque possibile pagare con una carta, ma è meglio non usare mai bancomat e carte di credito direttamente collegate ai conti bancari. Meglio usare carte prepagate che contengono solo la cifra necessaria per effettuare il pagamento, così da prevenire anche i tentativi di clonazione. Ricordiamoci inoltre di controllare periodicamente il saldo del nostro conto o delle nostre carte. In tutti i casi è meglio non comprare su siti che richiedono più dati del necessario, e cioè numero di carta, scadenza, intestatario e indirizzo di spedizione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te