Trucchi per accendere velocemente il camino senza sprecare legna e riempire di fumo la casa

Con l’arrivo della stagione fredda non vediamo l’ora di passare le serate scaldati dal nostro caminetto. Per alcuni, però, accendere il camino è sempre un’impresa complicata.

Fortunatamente esistono alcuni trucchi per accendere velocemente il camino senza sprecare legna e riempire di fumo la casa. In tal modo quest’operazione sarà rapida, semplice e senza brutte sorprese.

I materiali giusti

Prima di adottare tecniche di accensione particolari, bisogna munirsi dei materiali giusti. ProiezionidiBorsa ha già dedicato un articolo sulla legna migliore per stufe e camini che può essere utile in questi casi. La legna da ardere deve essere ben stagionata, ma non troppo secca. Alcuni tipi di legna, detta dolce, sono ottimi per l’accensione, ma non per tenere il camino acceso per ore.

È importante però scegliere anche il tipo di materiale combustibile. Chi non vuole affidarsi a esche “accendifuoco” può comunque trovare un alleato in carta, cartone e non solo. Anche i cartoni delle uova e i tappi di sughero, infatti, sono ottimi per innescare una bella fiamma duratura. Carta e cartone, infine, non sono tutti uguali. È meglio scegliere carta secca e priva di troppo inchiostro.

Come accendere il camino

I trucchi per accendere velocemente il camino senza sprecare legna e riempire di fumo la casa non valgono niente se non si dispone la legna in modo corretto.

Oltre ai ciocchi più grossi che ci scalderanno per ore, bisogna preparare anche dei legnetti più piccoli, pezzi di corteccia e, se possibile, pigne. Questi saranno il nostro strato preliminare che prenderà fuoco più facilmente a contatto con carta e cartone. La disposizione del materiale nel camino deve quindi seguire questo ordine:

a) materiali infiammabili come carta e cartone;

b) legnetti;

c) rami di medie dimensioni;

d) ciocchi grossi.

Come disporre la legna

È inoltre di fondamentale importanza lasciare sufficiente spazio per la circolazione dell’aria e per non schiacciare gli strati inferiori. Esistono molti metodi di disposizione della legna.

Tra i più utilizzati spicca quello a capanna, in cui i pezzi di legno sono disposti a cono e si uniscono in centro. È anche possibile trovare un ciocco grosso da mettere lungo il lato corto del camino e su cui appoggiare un’estremità dei legnetti. In questo modo si creerà uno spazio vuoto per la carta e la circolazione dell’aria.

Consigliati per te