Trucchi dello chef per preparare un’insalata di riso perfetta con chicchi sgranati

L’insalata di riso è una ricetta estiva intramontabile. Fresca, leggera e saporita, mette d’accordo tutti. Prepararla è molto semplice e veloce, anche se le ricette possono essere molto diverse in base ai gusti. Tuttavia esistono dei trucchi dello chef per preparare un’insalata di riso perfetta con chicchi sgranati. Perché è vero che l’insalata di riso è facile da preparare, ma ci sono comunque dei rischi che possono rovinare il risultato.

Per esempio scuocere il riso che diventa appiccicoso e senza sapore. Oppure usare troppi sott’aceto e coprire il sapore degli altri ingredienti etc. Vediamo insieme quali sono i passaggi fondamentali per ottenere un piatto straordinario da gustare con amici e famiglia nelle torride giornate estive o in spiaggia. Il principale consiglio di tutti i migliori chef per un’insalata di riso con i fiocchi è comprare ingredienti di qualità.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

È vero che utilizzare i condimenti pronti è più semplice e veloce. Ma le verdure fresche, dell’olio evo buono e delle erbe aromatiche aggiunte a fine preparazione, danno un altro gusto. Un altro buon consiglio è di non esagerare nel mischiare troppi ingredienti, specialmente di carne e pesce dato che non stiamo cucinando una paella. Se scegliamo di aggiungere il formaggio, uniamolo solo alla fine perché col calore potrebbe andare a male o fare cattivo odore.

Trucchi dello chef per preparare un’insalata di riso perfetta con chicchi sgranati

Una volta scelto il condimento, il problema principale è riuscire a non far scuocere il riso mantenendo i chicchi separati. Per l’insalata si consiglia un riso a grani fini, solitamente Carnaroli, Arborio o Ribe parboiled.

La tecnica di cottura prevede che il riso venga cotto in acqua fredda. Prima di iniziare, laviamo il riso fin quando l’acqua non risulta trasparente. Mettiamolo in pentola e cuociamolo al dente. Un errore comune è cercare di raffreddarlo passandolo sotto il getto di acqua fredda. Questo passaggio toglie al riso consistenza, aroma e gusto. Piuttosto scoliamolo e facciamolo raffreddare su un panno di cotone pulito. Prima di aggiungere il condimento, lavoriamo delicatamente il riso con un cucchiaio di olio e una spruzzata di limone. Aiutano a conservarlo, a mantenere i chicchi sgranati e dare un aroma più intenso.

Un’altra tecnica prevedere il raffreddamento sempre all’interno di un panno a bagnomaria in una ciotola di acqua fredda. Cerchiamo anche di separare i chicchi, così da farli respirare senza che si attacchino. Ricordiamo che il riso deve essere condito solo quando è freddo per non rischiare che il condimento si attacchi. C’è chi ama condire l’insalata di riso con la maionese. Il consiglio è di non aggiungerla prima di consumare l’insalata per conservarla in frigorifero anche per qualche giorno.

Approfondimento

3 fresche insalate estive proteiche con melanzane e zucchine che pensano alla linea

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te