Troppo spesso snobbata questa spezia comunissima è un antiossidante che ci aiuta a combattere gas intestinali e colesterolo

Le spezie non servono soltanto a condire e insaporire i nostri piatti. Come la tradizione ci insegna, le spezie sono usate da secoli anche come medicine che ci aiutano a mantenerci in salute e a combattere i piccoli disturbi quotidiani. Molte spezie contengono delle sostanze amiche del nostro organismo e se assunte nelle corrette quantità, possono contribuire a mantenerci in salute. Tra queste ce n’è una che fino a poco tempo fa non veniva usata molto frequentemente nella tradizione culinaria italiana. Oggi però, grazie anche al contributo della cucina orientale, è sempre più presente nelle nostre cucine e sulle nostre tavole. E non è soltanto buona, ma è anche un vero toccasana.

Troppo spesso snobbata questa spezia comunissima è un antiossidante che ci aiuta a combattere gas intestinali e colesterolo

Ma di quale spezia stiamo parlando? Si tratta della comune curcuma. La curcuma che acquistiamo in negozio è la radice di Curcuma longa, dal caratteristico colore arancione intenso. Tutti la conosciamo come uno degli ingredienti più importanti nelle ricette indiane, soprattutto nel curry. Ma la curcuma ha molti altri usi in cucina. Possiamo aggiungerla alla pasta, alle verdure in padella, ai dolci e persino al latte per creare una bevanda indiana tradizionale ma oggi conosciuta anche da noi: il golden milk. Ma la curcuma non è soltanto preziosissima per insaporire i nostri cibi, bensì ha anche moltissime proprietà benefiche per la salute. Troppo spesso snobbata questa spezia comunissima è un antiossidante che ci aiuta a combattere gas intestinali e colesterolo.

La curcumina contenuta nella radice ha numerose proprietà benefiche

La radice di curcuma contiene curcumina, una molecola che ha dimostrate proprietà antinfiammatorie. Oltre a conferire alla curcuma il suo tipico colore giallo acceso, la curcumina aiuterebbe a combattere l’eccesso di gas intestinali per chi soffre di meteorismo o aerofagia. Avrebbe inoltre proprietà antiossidanti, e quindi aiuterebbe a mantenere in salute le nostre cellule. Ma non è finita qui. La curcuma è anche ricca di calcio e fosforo, indispensabili per la salute di ossa e denti. Inoltre, contiene ferro, di cui troppi italiani hanno purtroppo carenza. Essendo ricca di fibre, la radice di curcuma può anche aiutarci a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. È anche una buona fonte di vitamine del gruppo B.

Per tutti questi motivi, potremmo trarre beneficio dall’uso della curcuma in cucina. Prendiamo l’abitudine di usarla per condire i nostri piatti, soprattutto legumi e verdure. Avremo un pasto più saporito e più salutare.

E a proposito di colesterolo, chi vuole stare attento alla salute dovrebbe mettere in tavola questo cibo completamente privo di colesterolo e ricco di antiossidanti.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te