Trevi Finanziaria, lunedì 4 maggio al via l’aumento di capitale

La ricapitalizzazione di Trevi Finanziaria Industriale, decisa all’interno del progetto di risanamento aziendale del Gruppo Trevi cui fa capo, partirà lunedì 4 maggio 2020.

Caratteristiche del rafforzamento patrimoniale

Il rafforzamento patrimoniale del valore complessivo di 213 milioni di euro prevede un aumento di capitale a pagamento da 130 milioni di euro da offrire in opzione agli azionisti. Verranno emesse 13 miliardi di azioni circa, ad un prezzo di emissione di 0,01 euro.

L’aumento di capitale terminerà il 18 maggio 2020 mentre i diritti saranno negoziabili in Borsa fino al 12 maggio 2020.

Impegni di sottoscrizione

I soci istituzionali FSI Investimenti S.p.A. e Polaris Capital Management, LLC hanno deciso di supportare l’operazione impegnandosi a sottoscrivere l’aumento di capitale per complessivi 77,5 milioni di euro circa.

Le banche, invece, si sono impegnate a sottoscrivere l’inoptato compensando i crediti vantati nei confronti di Trevifin per 63,1 milioni di euro.

Borsa Italiana ha definito l’operazione “fortemente diluitiva”

Borsa Italiana ha definito l’operazione “fortemente diluitiva”. In caso di esercizio integrale dei diritti di opzione da parte degli azionisti si otterrà una diluizione della propria partecipazione del 32,5%. Mentre in caso di non sottoscrizione si arriverebbe ad una diluizione del 99,9%.

Fattore di rettifica di Borsa Italiana

A seguito della ricapitalizzazione di Trevi Finanziaria Industriale (MIL:TFI), Borsa Italiana ha disposto un fattore di rettifica per le azioni ordinarie pari a 0,00093333 a far data dal 30 aprile 2020, con prezzo ufficiale fissato a 0,0113 euro.

A cosa serve il fattore di correzione? Il prezzo delle azioni di una società, a seguito di un’operazione sul capitale, si modifica. Così Borsa Italiana fissa un valore empirico per rettificare il valore di Borsa e rendere comparabili i prezzi.

Varato un raggruppamento azionario 1:100

Il Consiglio di Amministrazione di TreviFin dello scorso 23 aprile 2020, oltre alla ricapitalizzazione, ha deliberato anche un raggruppamento azionario nel rapporto di 1 azione ordinaria ogni 100 azioni in circolazione da effettuarsi ad aumento di capitale concluso.

Approfondimento sul titolo azionario

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te