Tre cose da non fare assolutamente e un utile consiglio per cucinare una polenta eccezionale come da tradizione

La polenta è un piatto antichissimo, una tradizione italiana impregnata di sapore e genuinità. È un alimento ricco di carboidrati, proteine e sali minerali, utilissimo per la salute del nostro organismo.

Può essere mangiata come piatto unico, ma anche in abbinamento a saporiti salumi e formaggi o a un delizioso spezzatino.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Sebbene la polenta venga cucinata ormai da moltissimo tempo un po’ in tutta Italia, vi sono ancora alcuni errori nella preparazione in cui si può incappare. E che è bene conoscere prima, per cucinare un piatto veramente da leccarsi i baffi.

Ecco allora che la nostra Redazione mostrerà qui tre cose da non fare assolutamente e un utile consiglio per cucinare una polenta eccezionale come da tradizione.

L’acqua non deve bollire

Il primo errore da non fare per cucinare la polenta perfetta riguarda la temperatura dell’acqua. Infatti, spesso si tende a farla bollire e scaldarla eccessivamente prima di versare la farina. Così facendo rischieremo che si formino dei grumi in pentola, alterando da subito il risultato finale.

Il consiglio è invece quello di attendere che l’acqua sia tiepida. Potremo quindi versare la farina poco alla volta e mescolare tranquillamente.

Meglio non usare pentole in acciaio

Non tutte le pentole sono adatte per cuocere la polenta. Se possiamo evitiamo quelle in acciaio. Preferiamo invece un contenitore in rame o ghisa, che permette una migliore distribuzione di calore. In questo modo garantiremo alla polenta una cottura uniforme.

Occhio anche alle pentole basse, perché quando la polenta inizierà a bollire potrebbe fuoriuscire in parte dal contenitore.

Non smettere di girare

L’ultimo errore da non commettere è quello forse più banale ma anche il più tralasciato. La polenta in fase di cottura ha bisogno di un’attenzione costante e di restare sempre in movimento. Per cui, impugniamo il cucchiaio di legno e mescoliamo spesso. Eviteremo così che si rapprenda e si formino fastidiosi grumi.

Un piccolo consiglio

Una volta pronto il piatto, pensiamo all’impiattamento. Per presentare al meglio la nostra polenta consigliamo di utilizzare un vassoio capiente da posizionare in mezzo alla tavola. Inoltre, possiamo impreziosire il tutto con degli eleganti piatti di legno, che conservano meglio il calore.

Se “3 cose da non fare assolutamente e un utile consiglio per cucinare una polenta eccezionale come da tradizione” è stato interessante, consigliamo la lettura di questo articolo.

Consigliati per te