Tornano le trimestrali in una Wall Street sempre più alle prese con il fantasma dell’inflazione

Mentre l’Europa inizia a temere per le scorte di gas, i mercati procedono a rilento, in attesa dei dati macro che saranno resi noti nei prossimi giorni. Nel frattempo tornano le trimestrali in una Wall Street sempre più alle prese con il fantasma dell’inflazione.

Per la giornata di oggi, infatti, l’agenda vede la pubblicazione delle prime trimestrali statunitensi ma anche un primo, importantissimo test. In queste ore è stato pubblicato il risultato delle rilevazioni dell’indice dei prezzi al consumo statunitensi. Dal risultato si scopre che a settembre l’inflazione è cresciuta dello 0,4% mese su mese e del 5,4% nel raggio anno su anno. In altre parole oltre il 5,3% previsto dagli analisti. Ma, come detto, Wall Street è sotto i riflettori anche per un altro evento. In queste ore riparte la stagione delle trimestrali.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Tornano le trimestrali in una Wall Street sempre più alle prese con il fantasma dell’inflazione

A dare l’avvio saranno JPMorgan e BlackRock. A queste seguiranno Bank of America, Morgan Stanley e Citigroup. La settimana sarà chiusa da Goldman Sachs che pubblicherà il suo report venerdì. In realtà le attese non si limitano al risultato di questi ultimi tre mesi. L’attenzione degli analisti, infatti, verterà soprattutto sulle proiezioni elaborate dalle aziende produttrici e dagli istituti di credito sul loro immediato futuro. Nello specifico sui prossimi ed ultimi mesi del 2021. Un primo esempio arriva da Apple. L’azienda di Cupertino, infatti, ha recentemente rivisto al ribasso i suoi obiettivi di produzione sull’iPhone 13 a causa della sempre più cronica carenza di microchip.

Una notizia che non ha un impatto diretto, soprattutto nell’immediato, ma che, in un’ottica di più ampio raggio potrebbe avere, sul lungo periodo, un peso differente. Guardando all’Europa, infatti, Volkswagen e Stellantis si trovano a dover gestire un’altra emergenza simile: la carenza di alcuni materiali indispensabili per la costruzione delle auto elettriche. A scarseggiare sono, in particolare, elementi come litio, nichel, manganese e cobalto.

Tornando alle trimestrali a stelle e strisce, tra i protagonisti di oggi a Wall Street c’è da segnalare Blackrock che proprio grazie alle azioni di sostegno della FED ha potuto registrare risultati entusiasmanti sul fronte dei conti del terzo trimestre. Guardando le cifre si parla di ricavi a  +15,6% e di una raccolta netta in fondi di lungo termine intorno a 98 miliardi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te