Torna il segno più sui mercati: inversione o rimbalzo?

Dopo un venerdì difficile torna il segno più sui mercati internazionali.

Piazza Affari

Anche in questo caso, però, l’andamento continua ad essere un saliscendi. Infatti dopo un’apertura in negativo che è andata avanti per tutta la mattinata, al giro di boa dell’ora di pranzo il mercato ha progressivamente ridotto le perdite fino a chiudere in territorio positivo. Al suono della campanella, infatti, il Ftse Mib arrivava a +0,36% (19.874 punti) con una soglia dei 20mila ancora piuttosto lontana. Lo spread, cioè il differenziale tra Bund tedeschi e Btp italiani ha visto un leggero calo. Si è infatti fermato a 277 punti, quindi, ben lontano dai precedenti 292, livello di allarme registrato nei giorni scorsi. Intanto il rendimento del decennale tricolore è anch’esso in calo con un saldo del 2,58%.

Torna il segno più sui mercati anche sui mercati europei

Anche il resto del Vecchio Continente ha registrato un trend positivo. Il tutto in attesa delle prossime parole di Mario Draghi che tutti sperano accomodanti. Giovedì, infatti, è prevista la prossima conferenza stampa della banca centrale europea con annessi possibili particolari tecnici sul fronte della terza tranche di Tltro. Alla fine della giornata, la Francia presenta il suo Cac 40 di Parigi con uno 0,48%. Poco dietro c’è il tedesco Dax di Francoforte con uno 0,4% e, in fondo, il Ftse 100 di Londra con uno 0,32%.

Torna il segno più sui mercati: Wall Street

Dall’altra parte dell’oceano, Wall Street, non procede tranquilla perché gli operatori restano all’erta per le minacce del presidente Usa Donald Trump di nuovi dazi per il Messico. Alle 18 (ora italiana) l’indice S&P 500 è arrivato a perdere lo 0,11%. Si tratta, però, solo di un assaggio visto che il Nasdaq è sceso dello 0,75%. Sul filo della parità il Dow Jones a 0,02%, filo che si interrompe quasi subito con un trend intravisto in calo.

Fed: nuovi tagli in arrivo?

In tutto questo aumentano le incertezze sul futuro dell’economia anche in virtù delle minacce di Trump di nuovi dazi al Messico, minacce che potrebbero addirittura portare la Fed ad annunciare clamorosi tagli di tassi entro la fine del 2019. Morgan Stanley lo ha ipotizzato già dalle prime ore della mattinata di oggi, ipotesi cui si sono aggiunte anche le previsioni di Barclays. Le attese parlano di tagli al costo del denaro per 75 punti base per il dicembre di quest’anno. Stando ai future sui Fed Fund c’è una probabilità del 97% che ciò accada già a settembre.

Torna il segno più sui mercati: Trend e punti di inversione

Dopo essere giunti alle   massime estensioni ribassiste attese  è iniziato un rimbalzo nella settimana dove scade e si apre un’importanza finestra ciclica, ma è ancora prematuro dire che trattasi di inversione.

Il rimbalzo odierno ha bisogno di conferme nei prossimi giorni.

Proiezioni di prezzo e tendenza dei mercati azionari per la settimana del 3 giugno

Dow Jones

Tendenza ribassista

area di minimo 24.300/24.500

area di massimo  25.200/25.000

Nasdaq C.

Tendenza ribassista

area di minimo  7.229/7.335

area di massimo  7.500/7.581

S&P 500

Tendenza ribassista

area di minimo 2.691/2.711

area di massimo 2.789/2.768

Dax Future

Tendenza ribassista

area di minimo  11.189/11.299

area di massimo  11.711/11.829

Eurostoxx Future

Tendenza ribassista

area di minimo  3.161/3.187

area di massimo  3.288/3.319

Ftse Mib Future

Tendenza ribassista

area di minimo   18.785/18.905

area di massimo 20.015/19.785

Bund Future

Tendenza rialzista

area di minimo  167,88/168,39

area di massimo  169,24/169,88

Qual è la tendenza e i valori da monitorare per la giornata del 4 giugno?

Dow Jones

Tendenza ribassista

Inversione con chiusura giornaliera superiore ai 25.050.

Nasdaq C.

Tendenza ribassista

Inversione con chiusura giornaliera superiore ai 7.507.

S&P 500

Tendenza ribassista

Inversione con chiusura giornaliera superiore ai 2.764.

Dax Future

Tendenza ribassista

Inversione con chiusura giornaliera superiore ai 11.850.

Eurostoxx Future

Tendenza ribassista

Inversione con chiusura giornaliera superiore ai 3.296.

Ftse Mib Future

Tendenza ribassista

Inversione con chiusura giornaliera superiore ai 19.875.

Bund Future

Tendenza rialzista

Inversione con chiusura giornaliera inferiore ai 168,29.

Non c’è ancora inversione rialzista ed i pericoli di ulteriori scivoloni sono tutti intatti.  Attenzione alla chiusura del 4 e 5 giugno!

Una mancata inversione invece aprirebbe spazi per un vero e proprio collasso!

Procederemo per step.

 

Torna il segno più sui mercati: inversione o rimbalzo? ultima modifica: 2019-06-03T18:48:52+02:00 da Gerardo Marciano

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.