Titoli e azioni su cui speculare

Mercati al rialzo, quali sono i  titoli e azioni su cui speculare?

Recentemente, per la precisione il 17 gennaio, la Consob ha aggiornato le operazioni nette corte di quegli operatori finanziari che speculano al ribasso sulle società italiane.

I titoli e azioni su cui speculare

Al primo posto si trovano Azimut, UBI Banca e Banco BPM. Si tratta di titoli esposti al settore finanziario che da tempo, in Italia, è al centro di una serie di incertezze. In realtà è un problema che, soprattutto in Europa, e ancora più in particolare in Italia, è legato strettamente all’andamento dell’economia. Tanto da spingere persino la Bce a pensare di frenare il suo processo di normalizzazione di politica monetaria. Non solo, ma addirittura a non escludere il ritorno delle Tltro.

La tempesta sui finanziari

Il settore bancario e finanziario è stato al centro anche di un’altra tempesta. Nel 2018, complice anche l’incertezza politica presente sul mercato tricolore, si è aggiunto anche il rallentamento economico mondiale. Da qui la paura per l’Italia, da tutti vista come l’anello debole della catena economica europea. Ma procediamo con ordine.

Nelle scorse settimane, il presidente di Azimut, Pietro Giuliani, ha confermato alla stampa una notizia che circolava già da qualche tempo. Il crollo delle azioni registrato nello scorso anno, sarebbero da far risalire ad una speculazione. Lo scopo? Facilitare la scalata di un possibile finanziatore esterno. Per quanto riguarda i due rappresentanti del settore bancario, UBI Banca e Banco BPM la questione è più complessa.

Occhio anche ai titoli ed azioni dei bancari

Prima di tutto i due istituti hanno dovuto subire la pressione già citata, dettata dall’ampliamento dello spread tra Bund tedeschi e italiani. Guardando poi ai singoli titoli, nelle scorse giornate Ubi Banca ha reso noti i conti del 2018. Il risultato non sembra essere piaciuto agli analisti di Kepler Cheuvreux e di che Société Générale che hanno limato, non poco, il target price. Per i primi, l’iniziale 3,2 euro, infatti, è arrivato ad essere di 2,7. Alla base di questo cambio di idea un utile per azione inferiore alle attese sull’arco di tempo che si estende ai prossimi due anni.

Titoli e azioni su cui speculare e scandalo diamanti

Taglio anche per Société Générale che dai suoi 4,3 euro ha tagliato l’obiettivo di prezzo a 2,5 euro.  Ma si tratta di una mossa che non ha pregiudicato comunque il rating. Per entrambe il titolo è degno di un Buy.

Da parte sua, Banco BPM è saltata agli onori delle cronache nello scandalo dei diamanti. Si tratta di un’indagine della procura di Milano, su presunte irregolarità. Nel mirino degli inquirenti ci sarebbe la vendita di diamanti a clienti privati ad una somma superiore al valore stesso delle pietre.

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.