Le 5 domande da fare alla tua banca
Noi di Fisher non lasciamo mai soli i nostri clienti. Se hai 350K, scopri di più su come operiamo in questa guida.
Scopri di più >>

Titoli da comprare fra gli energetici in rally

Nuovi accordi tra i big dell’energia. Ecco i titoli da comprare fra gli energetici in rally

Energetici in rally: i titoli da comprare

Cosa sta succedendo nel settore energetico a Piazza Affari?

Eni e Maire Tecnimont (per la precisione la controllata NextChem) hanno firmato una partnership per la creazione di una tecnologia che permetta il riciclo dei rifiuti solidi urbani e delle plastiche per il momento non riciclabili. Lo scopo è quello di permettere la trasformazione di oggetti di rifiuto in energia. In particolare idrogeno e metano. Una decisione che è conferma di una strategia multiforme. Non solo assecondare il trend ecosostenibile che si sta delineando e che caratterizzerà i prossimi anni (anche nella finanza). Ma anche un’occasione per rispondere ad una precisa esigenza: quella di diversificare le fonti di reddito. Non solo, ma spesso molti investitori istituzionali controllano i criteri di responsabilità ambientale nel momento dell’investimento.

Titoli da comprare fra gli energetici : la view di Bank of America 

Ma non è solo Eni ad essere interessata da una serie di buone notizie. Anche Saras, infatti, si gioca la carta della promozione da parte di Bank of America. Stando al report della banca statunitense, la prossima serie di regole Imo 2020 per ridurre l’inquinamento marino sarà un’occasione anche per le società di raffinazione come, appunto, l’italiana Saras. Per lei si prevede un possibile upgrade sulle quotazioni del 90%. Infatti l’attuale valutazione non tiene conto dei vantaggi derivanti dall’introduzione di Imo 2020. Anzi, paradossalmente la paura, in questo caso, riguarda l’approccio erroneo degli investitori. Approccio che guarda con timore al calo della domanda e alle sue conseguenze sui margini di raffinazione.

Titoli da comprare fra gli energetici: i titoli italiani su cui puntare

Attualmente non si tiene conto, infatti, degli allentamenti sulla guerra commerciale, allentamenti che, come dimostra quanto avvenuto con il Messico, sono ampiamente possibili. Di fronte a questo scenario le opzioni sono due. Se le tensioni sui dazi dovessero calare allora ci sarà una ripresa della domanda. In caso di rischi al ribasso, però, la domanda di diesel Imo 2020 possa permettere comunque una crescita del pil globale pari a due punti percentuali. Da qui la preferenza per tre titoli italiani in particolare: Saras, Repsol  e Mol. Come detto nel primo caso si guarda ad un livello di apprezzamento del 90% grazie ad un forte aumento dei margini, argomento verso cui la società, per sua struttura, è particolarmente sensibile.

Approfondimento

Raccomandazioni e schede tecniche dei titoli azionari italiani citati nell’articolo

Titoli da comprare fra gli energetici in rally ultima modifica: 2019-06-10T11:12:38+02:00 da Francesca Bonfanti

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.