Tiramisù light in bicchiere facile e veloce da preparare con l’ingrediente segreto delle nonne

dolce

Per sfuggire un po’ allo stress delle giornate lavorative, ognuno di noi si rifugia in qualcosa che gli piace fare. Una prima opzione potrebbe essere quella di decidere dove andare per il prossimo ponte dell’Immacolata, organizzando una gita fuori porta. C’è poi chi si rilassa facendo shopping, chi dedicandosi alla beauty routine e chi invece ama mettere le mani in pasta e preparare deliziosi manicaretti.

Perché dunque non approfittarne e provare a realizzare un buon dolce per il pranzo della domenica? Dimentichiamo le torte o le crostate con troppi ingredienti e lunghe cotture e mettiamoci alla prova con questo tiramisù light in bicchiere facile e veloce. A renderlo speciale è un ingrediente protagonista di questa stagione: la zucca, regina di ricette dolci e salate.

Il tiramisù con zucca e mandorle

Con l’aggiunta della zucca, la crema al mascarpone risulterà non solo più colorata, ma sarà ulteriormente morbida e avvolgente. E siccome uno degli ingredienti che meglio si sposa con la zucca è l’amatissimo cioccolato, usiamo quello fondente per preparare un cremoso di accompagnamento. Passaggio che peraltro non richiede di allungare eccessivamente le tempistiche, in quanto basterà sciogliere del cioccolato fondente nel latte. Per quanto invece riguarda i biscotti, la ricetta consiglia di bagnarli nel rum anziché nel caffè, per dare una nota di sapore in più.

E come concludere il dolce al meglio se non aggiungendo un dettaglio croccante che lo renda semplicemente irresistibile? L’idea è quella di stare in tema stagionalità e inserire le mandorle, che come tutta la frutta secca aiuterebbero peraltro a rinforzare le unghie fragili.

Tiramisù light in bicchiere facile e veloce e con quali biscotti sostituire i savoiardi

Detto questo, seppur per molti possa risultare una ricetta golosa, altri avrebbero forse da recriminare su alcuni ingredienti. In primis la zucca, senza dubbio inusuale per questo tipo di dolce. Altri invece potrebbero storcere il naso rispetto alla scelta dei biscotti tipo savoiardi. Sebbene la ricetta originale del tiramisù preveda proprio questa tipologia di biscotto, alcuni non ne apprezzano a fondo il gusto. Ecco allora che c’è chi sceglie i mitici Pavesini, ben sapendo che deve fare attenzione al momento di bagnarli nel caffè. Siccome per consistenza tendono ad assorbire molto, sarebbe meglio semplicemente spennellarli, anziché immergerli nella ciotola di liquore o caffè. Inoltre, proprio per via della loro particolare delicatezza, questi biscotti si prestano perfettamente al tiramisù monoporzione.

Se invece ci piace l’idea di uno strato solido più strutturato, meglio allora preferire i biscotti secchi, entro cui racchiudere la soffice crema. Peraltro, potrebbero anche essere spennellati semplicemente con latte e cacao anziché con il caffè: idea ottima per i bambini. Ricordiamo poi che anche i frollini al cacao o con gocce di cioccolato possono rappresentare una valida alternativa. L’unico suggerimento è quello di inzupparli nel caffelatte, in modo da bilanciare il loro gusto già naturalmente intenso. Infine, altri possibili biscotti da sostituire ai classici savoiardi potrebbero essere gli amaretti morbidi o i cantucci toscani. In entrambi i casi, il consiglio è quello di sbriciolarli dopo averli intinti in una soluzione di caffè e liquore. Ultimissima opzione: il pan di Spagna, soffice e furbissimo, specialmente se ci procuriamo i dischi già pronti.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te