Terreno in vendita: come si calcola il guadagno?

L’Italia ha una estensione di terreni incolti. Spesso sono proprietà che si tramandano da generazione in generazione. Soprattutto oggi con le note ristrettezze economiche, molti ipotizzano di vendere  per guadagnare soldi. Non sono solo gli agricoltori a porsi la domanda per vendere il terreno frutto di sacrifici di una vita ma soprattutto chi li ha avuti in eredità. Quest’ultimi vedono le proprietà come un capitale da sfruttare. Ma spesso i possessori  restano delusi quando fanno una valutazione del terreno. Il valore  può variare e dipende essenzialmente dalla sua redditività futura.

La redditività da cosa dipende

La proprietà  ha una buona rendita se legata ad una produzione agricola con terreno fertile e servizi annessi. Logicamente un ettaro di terreno non ha lo stesso valore se coltivato a mais oppure a viti.

Strategie per fare l’affare

Il reddito potenziale di un terreno dipende da molti fattori, spesso anche non calcolabili. Si prenda l’esempio di un agricoltore che ha la convenienza ad acquistare il terreno del vicino. Sicuramente sarà disposto a spendere di più perché già si trova in loco e può ammortizzare meglio l’investimento.

In linea di massima per calcolare il guadagno da una vendita di un terreno ci sono tre soluzioni.

Confronto con il mercato

Primo passo è di verificare se negli ultimi periodi sono state effettuate vendite di terreni vicinori in modo da conoscere il prezzo della compravendita e farsi una idea. Questi dati possono essere recuperati presso la Camera di Commercio. Una volta venuti a conoscenza, logicamente il prezzo del proprio terreno può essere fissato in base anche alle peculiarità. Il valore è maggiore se il campo è facilmente raggiungibile e servito da acqua.

Cosa sono i valori agricoli medi
 I Vam – valori agricoli medi fino al 2011 venivano utilizzati per valutare gli indennizzi da dare ai proprietari dei terreni per finalità pubbliche.  Oggi i Vam sono ancora esistenti ma per stabilire l’indennizzo spettante all’affittuario del fondo.

Il valore catastale

Un altro metodo ma meno attendibile è quello di calcolare  il valore del terreno sulla base del reddito dominicale, e cioè il valore catastale attribuito ad un campo utile come base per il calcolo delle tasse.

Molti utilizzano una formula: aumentare del 25% il valore catastale e di moltiplicarlo per 90.

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.