Teniamo d’occhio l’imminente opportunità per più di 2.000 diplomati e laureati a tempo indeterminato

Negli ultimi giorni si sta parlando di una nuova ondata di assunzioni nella Pubblica amministrazione per tantissime figure professionali.

Il nuovo Piano triennale dei fabbisogni riporta delle incredibili novità che riguardano sia i diplomati che i laureati, per entrambi a tempo indeterminato. L’amministrazione che beneficerà di questo nuovo flusso di personale è il Ministero della cultura e si prevede la pubblicazione di alcuni bandi già a breve.

Vediamo adesso più nel dettaglio quali e quante professionalità si richiedono in base alla diversa area funzionale e come (presumibilmente) si svolgeranno le selezioni.

Teniamo d’occhio l’imminente opportunità per più di 2.000 diplomati e laureati a tempo indeterminato

Per quanto riguarda i laureati, il Piano triennale prevede di assumere 550 unità attraverso procedure semplificate, così come avvenuto per altri concorsi. Tra queste unità, le figure ricercate vanno dagli architetti ai geologi, passando per i chimici, i biologi, gli ingegneri e tanti altri.

Sempre riguardo ai laureati, si procederà anche con la selezione di ben 270 funzionari archivisti della terza area funzionale.

Passando poi ai diplomati, il Piano prevede l’assunzione di oltre 500 figure professionali, a cui se ne aggiungono ben altre 434.

E non è finita qui, perché accanto alle posizioni da funzionario e assistente, rispettivamente laureati e diplomati, non mancano neppure quelle dirigenziali. Infatti, due bandi si rivolgeranno ad aspiranti dirigenti di seconda fascia con specializzazione tecnica ed amministrativa.

A tempo determinato

Teniamo d’occhio l’imminente opportunità per più di 2.000 diplomati e laureati a tempo indeterminato, ma non è tutto. La PA intende reclutare anche 49 figure a tempo determinato, di cui 29 con incarichi dirigenziali e 20 funzionari della terza area.

Non sappiamo ancora i dettagli, ma la maggior parte dei concorsi si svolgerà seguendo un iter diverso dalla solita ripartizione in preselettiva, scritto e orale. Come già accennato inizialmente e alla luce della proroga dello stato di emergenza, l’iter prescelto sarà semplificato e probabilmente dislocato sul territorio nazionale. A breve dovremmo avere notizie più certe, ma nel frattempo non ci resta che attendere e sperare di riuscire nel nostro obiettivo. Una vera ondata di assunzioni è in arrivo, dobbiamo approfittarne immediatamente.

Per ulteriori informazioni, suggeriamo di consultare la sezione Concorsi del sito del Ministero e la pagina Ripam, che probabilmente si occuperà dell’espletamento di alcune selezioni.

Approfondimenti

Per pianificare al meglio le nostre giornate e organizzare correttamente lo studio, consigliamo la lettura di questo articolo che potrebbe rivelarsi estremamente utile.

Consigliati per te