Telegram rivoluziona tutto ancora una volta con una novità che farà impazzire gli utenti

Clubhouse ha introdotto nel palcoscenico dei social network una grande novità: l’interazione vocale dal vivo. I messaggi vocali sono ormai cosa nota un po’ dovunque. Anche Instagram, Messenger e Twitter si sono adeguati a questa funzione lanciata su app come WhatsApp che ne hanno fatto un servizio di punta.

Clubhouse ha preso questo concetto e lo ha espanso, complice anche la rinascita dei podcast. Tutti sono impazziti davanti alla possibilità di comunicare con la voce, come in un locale aperto al pubblico o in una conferenza.

Ma Telegram rivoluziona tutto ancora una volta con una novità che farà impazzire gli utenti. La nuova funzionalità si chiama Voice Chat 2.0 ed è disponibile solo su Android, per il momento. Una sorta di contrappasso per il fatto che Clubhouse al momento funziona solo su iOS.

Chattare con la voce

Di fatto questa funzione di Telegram è molto simile a Clubhouse. Si apre una sorta di “stanza”, all’interno di una chat già esistente, in cui è possibile partecipare a conversazioni solo audio. Le differenze tra i due social network ovviamente ci sono e sono parecchie.

Un esempio: su Telegram l’utente può decidere di rimanere anonimo, senza mostrare nome o nickname ma figurando semplicemente tra gli ascoltatori. Gli amministratori possono registrare l’intera conversazione o parte di essa e ripubblicare tutto in seguito: in questo caso, comparirà una luce rossa accanto al nome della chat.

Per il resto, ci sono anche similitudini. Quando un utente entra in una stanza, come accade su Clubhouse, avrà il microfono spento in automatico. Potrà “alzare la mano” e chiedere la parola. Gli amministratori possono decidere di inserire l’utente nella lista degli speaker che potranno quindi parlare. Voice Chat 2.0 è una funzionalità disponibile solo nei gruppi pubblici, per il momento.

La voce è il futuro

Questa novità arriva praticamente assieme a Spaces, un’altra funzione molto simile a Clubhouse introdotta però su Twitter. Il social dell’uccellino azzurro si dimostra ancora una volta sensibile a queste tendenze, come quando inserì i “Fleet” per “copiare” la funzione “Storie” di Instagram. Anche su Facebook dovrebbe arrivare, a breve, qualche novità che permetta di utilizzare la voce come strumento di comunicazione social. Ma resta il fatto che Telegram rivoluziona tutto ancora una volta con una novità che farà impazzire gli utenti, Voice Chat 2.0.

Consigliati per te