Tappeto si o no in casa? Ecco i pro e i contro

Si acquista casa nuova oppure ci si trasferisce in un nuovo appartamento e la voglia di decorarlo è infrenabile. Si inizia dunque a pensare ai mobili adatti per il soggiorno, il letto giusto per la camera che sia in sintonia con l’armadio. E il tavolo per la sala da pranzo se conviene prenderlo rotondo o quadrato. Insomma quando si arreda casa si va incontro a decisioni che forse nessuno si sarebbe mai aspettato di prendere nella vita. Per non pensare a quando invece bisogna disegnare completamente casa nuova. Ad esempio le prese elettriche a quanti centimetri da terra devono stare? Tante domande e forse poche risposte, o meglio risposte complicate. Ma il tappeto si o no in casa? Ecco i pro e i contro.

Il tappeto in casa

Anche se si ha un bel pavimento, per regalare un’atmosfera calda e piacevole si decide di comprare un tappeto da mettere a terra. Magari vicino al divano oppure sotto il tavolo, o ancora ai piedi del letto. Ma il tappeto si o no in casa? La risposta è al quanto complessa, e va in base sicuramente al tempo che si ha da dedicare alla casa e alla tipologia di arredo che si desidera.

Il tappeto è famoso per essere un covo di polvere. Lo sporco si annida sulla superficie e anche se viene aspirato ogni giorno è difficile che sia sempre pulito. Questo arredo può essere anche scomodo, soprattutto se di grandi dimensioni, quando bisogna pulire il pavimento. Infatti andrà tolto, piegato e sbattuto fuori, e se molto grande non sarà un gioco da ragazzi.

Se però si ha del tempo da dedicargli può regalare anche molte soddisfazioni. Perché sicuramente è un arredo molto piacevole agli occhi. Quindi se si ha la possibilità di lavarlo spesso e di portarlo in tintoria, allora il tappeto è un ottimo arredo casa, ma se non si ha molto tempo da dedicargli allora forse è meglio scegliere dei tappeti di piccoli dimensioni che si possono lavare in lavatrice senza fatica.

 

Approfondimento

Ecco perché spargere il bicarbonato sul tappeto.

Consigliati per te