Tantissimi hanno questo cibo in dispensa ma non tutti sanno che fa durare a lungo l’abbronzatura 

Se durante l’inverno siamo solitamente alla ricerca di alimenti caldi in grado di difenderci dal freddo e dai malanni di stagione, in estate le cose cambiano. Durante questi mesi ciò che ricerchiano è completamente diverso.

Da ingredienti con caratteristiche rinfrescanti a cibi potenzialmente capaci di favorire la nostra tintarella, la lista è lunga. Oggi vogliamo soffermarci proprio su questo ultimo punto, parlando di come un alimento in particolare sia efficace per prolungare la nostra abbronzatura. Tra poco sveleremo di quale si tratta.

Sempre presenti

Nella stragrande maggioranza delle case all’interno della dispensa troveremo sempre alcuni cibi che non mancano mai. Ogni famiglia, infatti, preferisce determinate spezie e condimenti che, quasi più per tradizione che per utilizzo, decide di acquistare periodicamente al supermercato. Oggi parleremo proprio di uno di questi protagonisti della dispensa e delle sue proprietà a molti sconosciute.

Tantissimi hanno questo cibo in dispensa ma non tutti sanno che fa durare a lungo l’abbronzatura

La conquista della tanto desiderata tintarella è un processo fisiologico che ha a che fare in particolar modo con la produzione da parte del corpo di melatonina. È comprensibile, dunque, come il cibo, in questo, assume un ruolo molto importante.

Difatti, già a inizio estate avevamo presentato il frutto che non può mancare in frigo per abbronzarsi velocemente. Oggi continuiamo, quindi, a rivelare le capacità protettive e stimolanti di alcuni ingredienti, svelandone uno che, sebbene piccolo e poco usato, nasconde una straordinaria efficacia. Infatti, vediamo come in tantissimi hanno questo cibo in dispensa ma non tutti sanno che fa durare a lungo l’abbronzatura.

Ci riferiamo ai buonissimi semi di zucca. Non tutti ne sono a conoscenza, ma determinate componenti, così come spiegato anche sul sito dell’ISS, favoriscono la protezione della pelle in caso di scottature e contribuiscono alla maggiore durata dell’abbronzatura. Tra queste troviamo la vitamina E ed il selenio.

Come possiamo immaginare, i semi di zucca presentano in struttura un buon quantitativo di entrambi, assieme ad altri minerali. L’importante è non considerare questo alimento come in grado da solo di prevenire scottature o di proteggere dai raggi solari, perché ovviamente non sarà abbastanza. Solamente le creme protettive, infatti, assieme agli atteggiamenti preventivi da attuare in spiaggia, potranno salvarci dai pericoli del sole. I semi di zucca daranno, tuttavia, una mano non indifferente, anche riguardo l’aspetto relativo al mantenimento del colore ottenuto.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te