Tanti usano le bucce di patate come fertilizzanti naturali ma pochissimi sanno che con loro potremmo preparare 1 antipasto da leccarsi i baffi

“I mangia patate” come li chiamavano con disprezzo le varie etnie dell’America. Sono gli anni della grande immigrazione irlandese negli Stati Uniti, quando a centinaia di migliaia, lasciarono l’isola verde per approdare sul suolo americano. Alla ricerca di quel famoso miracolo, che cercammo anche noi italiani, assieme ai polacchi, ai messicani, ai portoricani e a tantissimi altri popoli. Irlandesi famosi per la produzione del loro tubero nazionale, e, che hanno insegnato al Mondo intero quanti e quali utilizzi si possono fare con la patata. Potremmo definirli ancora una volta i metodi della nonna, questa volta della terra di, e che sveleremo ai nostri Lettori in questo articolo. Una ricetta piacevolissima che nasce proprio dalla cucina povera irlandese e che prevede di riutilizzare la buccia delle patate.

Un aperitivo casalingo diverso dal solito

Tanti usano le bucce di patate come fertilizzanti naturali, ma ora altrettanti le utilizzeranno come gustoso antipasto casalingo. È veramente un aperitivo low cost, quello che suggeriamo oggi e fatto riciclando le bucce delle patate. Attenzione che all’interno di questi scarti, ci sarebbero tantissimi nutrienti in grado di aiutare non solo il giardino, ma anche la nostra salute. Forse un po’ meno in questa ricetta, che ha bisogno semplicemente di:

  • bucce di patata;
  • sale;
  • olio da frittura.

Tanti usano le bucce di patate come fertilizzanti naturali ma pochissimi sanno che con loro potremmo preparare 1 antipasto da leccarsi i baffi

Le nostre nonne ci hanno insegnato che le bucce di patata, al pari di quelle di cipolla, non andrebbero buttate ma riciclate per l’orto. Contengono infatti quei famosi minerali che farebbero bene alla crescita delle piante e delle culture. Ma, addirittura, alcuni popoli userebbero le bucce di patata per preparare una lozione, in grado secondo loro, di coprire in maniera naturale le sfumature grigie dei capelli. Per quanto ci riguarda, proviamo questa ricetta e assaggiamo senza lasciarci andare ai detti popolari. Ecco, allora la nostra preparazione:

  • sbucciamo le patate, come faremmo normalmente per qualsiasi preparazione, avendo cura però questa volta di lasciare un po’ di polpa;
  • laviamole e rimuoviamo qualsiasi deposito di terra, mettendo nel contempo sul fuoco il tegame con l’olio della frittura;
  • è importante che le nostre bucce dopo essere state lavate, vengono però anche asciugate. Guai a inserirle umide nell’olio, perché rischiamo di non farle diventare croccanti;
  • mentre friggono, prepariamo dei piatti con delle salsine, unitamente a tutti gli altri nostri antipasti;
  • quando le bucce saranno croccanti, tiriamole fuori dall’olio e giriamole nella carta assorbente, per eliminare l’olio in eccesso.

Lettura consigliata

Ha un nome così romantico questo pane senza carboidrati semplice e gustoso da preparare anche in casa

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te