Sveliamo cosa prevede il galateo in vacanza per un periodo ricco di divertimento, con piccoli accorgimenti per evitare di rovinare la serenità al vicino di ombrellone

Per caprine l’importanza, dobbiamo metterci nei panni del vicino di ombrellone. Della parte lesa, che potremmo essere noi. Sarà capitato a molti di noi arrivare all’attesissimo primo giorno di relax. Quello in cui non hai la voglia e la forza di ascoltare nulla se non solo i suoni della natura.

E invece il vicino ha già occupato il tuo ombrellone. Poi si sposta. Con fatica. E inizia ad intavolare una complessa conversazione. Sulle prime vorremmo fuggire. Meglio riservare queste forme di socialità e scambievolezza ai giorni a venire. Se ne abbiamo voglia. Anche perché la buona educazione fornisce dettami differenti.

Sveliamo cosa prevede il galateo in vacanza per un periodo ricco di divertimento, con piccoli accorgimenti per evitare di rovinare la serenità al vicino di ombrellone.

Non invadere l’ombrellone altrui

Evitiamo di spaparanzarci sui lettini degli altri. Anche perché poi, sul più bello, dovremmo giocoforza spostarci e fare il trasloco di tutto l’occorrente. Soprattutto non è cortese e non denota rispetto per l’altro.

Utilizziamo gli spazi e i servizi per i quali abbiamo pagato. La colonizzazione dei lettini altrui non si può tollerare.

Evitiamo di cambiarci a cielo aperto

Ma anche di denudarci. Ci sono spiagge riservate ai nudisti. Quindi eventualmente, scegliamo quelle. Spogliarci dove non è consentito potrebbe infastidire il prossimo soprattutto se ci sono bambini.

Per il cambio costume, ci sono le cabine. Usiamole. Il galateo della vacanza prevede anche di indossare tutti i pezzi del costume. Ci sono luoghi e occasioni per ogni cosa. In spiaggia si sta in costume.

La sabbia

Sveliamo cosa prevede il galateo in vacanza per un periodo ricco di divertimento, con piccoli accorgimenti per evitare di rovinare la serenità al vicino di ombrellone. Sicuramente non è più tollerabile sventolare la sabbia addosso agli altri. Per sbattere i teli, spostiamoci. Cerchiamo uno spazio più ampio e sgombro.

Se siamo molesti, dopo il primo giorno, a rigor di logica il vicino potrebbe esplodere e sfuriare. Sicuramente ci sentiremo mortificati e passeremo un brutto quarto d’ora. Meglio avere piccole attenzioni per godere al massimo e permettere una certa serenità anche ai vicini.

Consigliati per te