Svelato il segreto per riposare bene e avere un sonno profondo lunghissimo

Dormire e riposare non sono sinonimi. Purtroppo, molti italiani dormono ma non riposano e si svegliano con una stanchezza che rompe tanto le ossa quanto l’animo.

Oltre ad esserne consapevoli, Noi di ProiezionidiBorsa siamo anche toccati da questo terribile flagello che ci fa cominciare le giornate con il piede sbagliato. Infatti, in passato, abbiamo già analizzato una tecnica utile per addormentarsi subito (consultabile qui). Oggi, invece, vogliamo porre l’accento, non tanto sulla rapidità nell’abbraccio di Morfeo quanto, piuttosto, nel provare a riposare bene. Ecco, quindi, svelato il segreto per riposare bene e avere un sonno profondo lunghissimo.

Fase REM

Riposare bene e avere un sonno profondo lunghissimo potrebbero sì, essere dei sinonimi. Tutti noi, infatti, abbiamo già sentito parlare della famosa fase REM. Acronimo di derivazione inglese, sta a significare “rapido movimento degli occhi”. Si tratta di una delle cinque fasi del nostro sonno ed è la più “visibile”.

Osservare le palpebre del nostro partner

Quando dormiamo con il nostro partner possiamo accorgerci della sua fase REM semplicemente guardando le sue palpebre. Se sotto le palpebre vediamo un movimento degli occhi, allora sta dormendo come un ghiro e sta riposando bene. Più è lunga la fase REM e più il nostro corpo riesce a riposare bene.

Meditazione e controllo della respirazione

Ebbene ci sono molti studi su come prolungare la fase REM. I più condivisi parlando di meditazione e respirazione. Sembra, infatti, che chi medita prima di coricarsi abbia più possibilità di avere lunghe fasi REM. Anche la respirazione gioca un ruolo fondamentale in questo processo.

Bisogna prendersi almeno cinque minuti per controllare la respirazione e fare delle inspirazioni ed espirazioni lunghissime. Certo, è altresì importante concentrarsi nel non pensare a null’altro che alla respirazione stessa.

Ecco, dunque, svelato il segreto per riposare bene e avere un sonno profondo lunghissimo.

 

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te