Svelati tutti i consigli geniali per arredare il giardino e creare un piccolo paradiso senza spendere tanto e riciclando il più possibile

Aprile che si sta concludendo e maggio che sta per iniziare sono i due mesi migliori per investire nel nostro giardino. Non ci riferiamo solo alla parte economica, ma anche alle idee, agli sforzi e all’impegno che ci mettiamo. Allo stesso modo, potremmo dedicarci al terrazzo, o, semplicemente al balcone, se non abbiamo a disposizione un pezzetto di verde. Pensiamo solo a quello che riescono a fare i popoli anglosassoni chiudendo un terrazzo e creando una veranda davvero bellissima. Cerchiamo allora di andare alla scoperta di qualche suggerimento utile, come questo, che consenta ai nostri Lettori di darsi alla creatività, senza svuotare il portafoglio.

Delle fioriere originali e low cost

Una delle cose più semplici in assoluto, ma che colpisce subito chi entra nel nostro giardino è la presenza di fiori. Anche delle semplicissime primule o delle violette, ma sistemate ad arte nei punti strategici del giardino. Magari realizzando delle aiuole primitive ma molto belle, con dei sassi o delle pietre. Tenendo ovviamente in considerazione il fatto di non avere cani maschi che girano per il giardino. Altrimenti, i nostri fiori avrebbero davvero poco futuro. Visto che siamo nel periodo giusto del cambio gomme, potremmo utilizzare gli pneumatici vecchi per creare delle aiuole fiorite low cost. Magari colorando le ruote, seguendo le cromature già presenti nelle staccionate e nella struttura di casa.

Svelati tutti i consigli geniali per arredare il giardino e creare un piccolo paradiso senza spendere tanto e riciclando il più possibile

Sfogliando le riviste fotografiche sul riciclo del giardino, fanno la parte del leone i pallet di legno. Proprio quelli che vediamo accatastati fuori dai supermercati o sui quali vengono messe poi le merci che acquistiamo. Esistono vari tipi di bancali per chi non lo sapesse e alcuni di essi vengono gettati. Potremmo tranquillamente chiedere al supermercato la cortesia di portarcene a casa qualcuno per creare un divanetto estivo alternativo. Anche in questo caso, verniciando a nostro piacere il materiale, avendo magari anche cura di trattare il legno con delle sostanze che lo rendano lucido e impermeabile.

Il tavolino ha sempre un suo perché

Svelati tutti i consigli geniali per arredare il giardino chiudendo la nostra rassegna con quello che potremmo definire spesso il re del giardino o del balcone: il tavolino. Anche in questo caso, potremmo procuraci delle strutture in legno da riciclare, ma anche delle vecchie botti, o addirittura delle strutture cilindriche per avvolgere cavi e corde, che vengono eliminate dalle aziende o dai contadini. Anche fare un giro all’isola ecologica, senza assolutamente vergognarsi, potrebbe portarci a scoprire del materiale utilissimo da riutilizzare per il nostro giardino.

Lettura consigliata

Praticamente sconosciuta questa pianta è una cascata di fiori e colori

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te