Svelati i trucchi della nonna per fare durare a lungo le rose e i fiori recisi

Avere piante colorate e fiorite in casa regala una sensazione di buonumore ed è un vero piacere per gli occhi. Ma non solo piante e piccoli bonsai, possedere dei vasi colmi di fiori freschi appena raccolti o semplicemente ricevuti in dono riempie le stanze di un profumo molto gradevole.

Quando riceviamo, per qualche occasione particolare, un mazzo di fiori o una bella composizione floreale, possiamo usarla come centrotavola o per abbellire un angolo di casa. In questo periodo ci sono molti fiori da poter esporre in casa, insieme ai nostri ciclamini e rose di Natale.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera Slim

Molto spesso, però, vediamo appassire i petali velocemente, i fiori cambiano colore, seccandosi ed emanando cattivi odori, cancellando tutta quella atmosfera di gioia. In questi casi sono d’aiuto i consigli tramandati dalle nostre nonne, che sapevano come non fare sfiorire la composizione.

Svelati i trucchi della nonna per fare durare a lungo le rose e i fiori recisi

I fiori recisi, sia quelli acquistati dal fioraio che quelli che recuperiamo noi, subiscono uno shock ambientale e non ricevono più i nutrimenti dalle radici.

La prima cosa da fare è metterli immediatamente in un vaso pulito con dell’acqua, rimuovendo i rivestimenti in carta e i vari elementi della composizione. Non teniamo il gambo del fiore troppo corto, perché potrebbero avere difficoltà a nutrirsi.

Nel caso in cui dovesse cominciare a cambiare colore, tagliamo in obliquo qualche centimetro alla base, con delle forbici affilate e ben pulite. Cambiamo spesso l’acqua ed eliminiamo completamente foglie e rami secchi che potrebbero marcire.

All’interno del vaso potremmo inserire una monetina in rame, per evitare che possano proliferare funghi. Per dare l’adeguato nutrimento, realizziamo una miscela facendo bollire un litro d’acqua con gli scarti dell’avocado e della banana. Una volta freddato, filtriamo e inseriamo il composto all’interno del vaso. In alternativa, possiamo utilizzare anche altri tipi di frutta contenente fosforo e potassio.

Altri metodi per mantenerli freschi

Un’altra possibilità per mantenere i fiori freschi per settimane, è aggiungere nell’acqua pochi cucchiaini di zucchero e qualche goccia di aceto bianco, utili a nutrirli. In alternativa, basterà inserire un’aspirina, perché ha proprietà antisettiche, aiuta le piante a mantenere l’idratazione e abbassa il pH dell’acqua. Inoltre, ricordiamo anche che il ghiaccio evita la formazione di batteri, quindi potremo inserire nell’acqua qualche cubetto. Non esponiamo il nostro vado con i fiori vicino a fonti di calore, come termosifoni o raggi del sole diretti, così da tenerli in casa per molto tempo.

Ecco svelati i trucchi della nonna per fare durare a lungo le rose e i fiori recisi, per non buttarli dopo pochi giorni.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te