Svelata l’incredibile ricetta per conservare la buccia dell’anguria e gustarla in inverno

L’anguria è il frutto simbolo dell’estate. Fresca, leggera e ricca di acqua è l’ideale per dissetarci e fornirci energia nell’immediato nelle calde giornate estive.

Quasi tutti però consumiamo la sua polpa rosata e scartiamo invece sia i semini che la buccia, ma così facendo commettiamo un errore. In questo articolo abbiamo visto le proprietà dei semi, oggi andremo a vedere cosa poter realizzare con la sua buccia.

Svelata l’incredibile ricetta per conservare la buccia dell’anguria e gustarla in inverno

Bucce di anguria sottaceto

Vediamo passo per passo come realizzare dei gustosissimi sottaceti realizzati con la scorza del cocomero.

Ingredienti (dosi per circa 4 barattoli da mezzo litro ciascuno)

  • 2 kg di bucce d’anguria;
  • 2,5 l di acqua fredda;
  • 1,5 kg di zucchero;
  • 190 gr di sale;
  • 500 ml di acqua;
  • 500 ml di aceto di vino bianco;
  • cubetti di ghiaccio q.b.;
  • 1 cucchiaino di chiodi di garofano;
  • 3 bastoncini di cannella;
  • 1 limone.

Procedimento

Iniziare con il preparare una salamoia: basterà mescolare il sale con i 2,5 l di acqua. Nel frattempo tagliare la buccia dell’anguria in cubetti di 2-2,5 cm circa. Non più piccoli. E ricoprirli con il liquido precedentemente realizzato. Aggiungere quindi i cubetti di ghiaccio e far riposare per 3 o 4 ore. Trascorso tale periodo scolare le bucce dalla salamoia e risciacquarle sotto l’acqua corrente. Metterle in un bel pentolone, coprirle con acqua fredda e far cuocere fino a quando saranno così morbide da riuscire ad infilzarle con una forchetta (all’incirca ci vogliono 10 minuti). Quindi scolare.

Nel frattempo unire aceto, zucchero, i 500 ml di acqua e le spezie messe all’interno di un sacchettino di cotone o lino ben chiuso. Far bollire per 5 minuti e poi versare questa miscela sulle bucce di anguria. Aggiungere, infine, il limone tagliato a fettine sottilissime.

Una volta raffreddato il tutto, mettere in frigorifero per una notte.

Il giorno dopo

Il giorno successivo scaldare le bucce di cocomero nello sciroppo in cui sono immerse. Aspettare il momento dell’ebollizione e da lì far cuocere a fiamma dolce e bassa per un’ora.

Sistemare i sottaceti ancora caldi nei barattoli sterilizzati, aggiungere in ogni vasetto un bastoncino intero di cannella e chiudere con i coperchi sterilizzati.

Per una conservazione ottimale anche dal punto di vista igienico-sanitario sarebbe bene creare il sottovuoto nei barattoli. Per ottenerlo basterà rimettere i barattoli nella pentola, ricoprire d’acqua e dal momento dell’ebollizione far cuocere per altri 15-20 minuti.

Ecco quindi svelata l’incredibile ricetta per conservare la buccia dell’anguria e gustarla in inverno. Così facendo avremo dei particolari sottaceti da gustare tutto l’inverno e con cui stupire gli ospiti. Perfetti con i piatti a base di carne o su delle bruschette da servire come aperitivo o antipasto.

Approfondimento

Non butteremo più i semi di questo frutto estivo dopo aver scoperto che li possiamo utilizzare per preparare il cocktail che ci svolterà l’estate e con cui sorprenderemo gli amici .

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te