Stupirà sapere quanti chili si perdono con i frullati proteici sostitutivi del pasto da fare in casa

Si avvicina la stagione estiva e non vi saranno più cappotti e piumini d’oca a nascondere gli accumuli di grasso su fianchi e addome. Non vi è ancora molto tempo su cui contare per poter smaltire gli eccessi di alcune settimane e di una vita sedentaria. Si dovrà correre ai ripari e rimediare velocemente in modo da eliminare i rotoli di adipe attorno al giro vita. E per assicurarsi un dimagrimento efficace si dovrà inserire la sana abitudine di muoversi nella propria routine quotidiana.

Del resto è sorprendente “Quante calorie si bruciano in 30 minuti di camminata e quante dopo 6 km?” per cui vale la pena iniziare da subito. Tuttavia occorre prestare attenzione anche quali cibi si dà la precedenza soprattutto nei periodi in cui si desidera scendere di peso. E di sicuro stupirà sapere quanti chili di perdono con i frullati proteici sostitutivi del pasto da fare in casa.

Anzitutto preme sottolineare che i frullati proteici non dovrebbero rappresentare un’abitudine alimentare, ma solo una scelta temporanea in alcune specifiche situazioni. E ciò perché per quanto un frullato possa contenere combinazioni alimentari più o meno bilanciate non può sostituire del tutto i nutrienti necessari a garantire la salute dell’organismo. Persino una barretta energetica, al pari di un frullato potrebbe contenere proteine, carboidrati, vitamine e carboidrati ma non può abitualmente sostituire una dieta alimentare. E anche per chi non crede nei vantaggi di un’alimentazione varia e sana stupirà sapere quanti chili si perdono con i frullati proteici sostitutivi del pasto da fare in casa.

Stupirà sapere quanti chili si perdono con i frullati proteici sostitutivi del pasto da fare in casa

Chi sceglie di portare al lavoro un frullato proteico che prepara in casa spera di veder calare il peso corporeo in breve tempo. E ciò soprattutto se si sottopone al sacrificio di rinunciare al sapore dei diversi cibi per ingerire un mix di nutrienti più o meno sempre uguale.

Si sacrifica la gioia del palato sull’altare del dimagrimento, ma non sarà confortante sapere che con i frullati proteici si perde approssimativamente solo 4% di peso. E peraltro si registra un calo ponderale del 4% se si persiste nell’abitudine di ingurgitare preparati a base di proteine per almeno 3 mesi.

Ne consegue che meglio e più salutare sarebbe rivolgersi ad un nutrizionista specializzato nella perdita di peso che metta a punto un piano alimentare che assicuri risultati e obiettivi. Fra le priorità del soggetto dovrebbe infatti rientrare il mantenimento di un stato di salute psicofisico e l’acquisizione di sane abitudini alimentari. Affidandosi agli specialisti di scienze della nutrizione si possono infatti apprendere le giuste combinazioni alimentari per un dimagrimento a lungo termine.

Approfondimento

Quanto bisogna camminare o correre per bruciare le calorie di una pizza?

Consigliati per te