Stop ai trattamenti costosi con questa tisana insospettabile che potrebbe finalmente contrastare la caduta di capelli

Nella storia, la caduta dei capelli, è sempre stato un problema quasi endemico dei maschietti. La modernità invece, forse anche a causa dell’imposizione di nuovi stili di vita, ha visto emergere il problema anche nelle donne. La perdita di capelli e in particolare quella stagionale spesso rappresenta un vero rompicapo per il gentil sesso. Al punto che sovente ricorriamo a trattamenti costosi (sempre di indiscussa qualità), migrando da un brand all’altro per testare e trovare il prodotto adatto. Le motivazioni e le cause sottese alla perdita di capelli femminile possono essere varie così come nella maggior parte dei casi, mediante il ricorso a prodotti specifici e a consigli giusti magari suggeriti da esperti, il problema si riesce ad arginare.

Senza spendere troppo però, possiamo provare questa tisana che mai avremmo immaginato. Si tratta di un modo per dire stop ai trattamenti costosi con questa tisana insospettabile che potrebbe finalmente contrastare la caduta di capelli.

Di cosa si tratta

Parliamo della tisana alla betulla. Secondo gli esperti di erboristeria, ma da nostre verifiche il dato è confermato anche dalla scienza, la betulla sarebbe indicatissima per stimolare la crescita. L’alto contenuto di vitamina C infatti, ne farebbe un vero toccasana. Di conseguenza sorseggiare un tè caldo alla betulla avrebbe un importante effetto benefico sulla chioma e garantirebbe un’ottima azione detox sul cuoio capelluto. Inoltre, la betulla garantirebbe un generale miglioramento dei capelli, rendendoli più folti, sani e luminosi. Insomma, con pochi euro potremmo perseguire il nostro obiettivo che è quello di rinvigorire i capelli e soprattutto contrastare la caduta.

Stop ai trattamenti costosi con questa tisana insospettabile che potrebbe finalmente contrastare la caduta di capelli

Corre l’obbligo però di precisare che non dobbiamo abusare. Difatti l’Istituto di Ricerca Humanitas riconosce le proprietà benefiche della betulla, che sono diverse e tra queste rientra anche il plus che conferirebbero ai capelli. Al contempo però precisa che l’assunzione di betulla potrebbe aumentare l’effetto di farmaci diuretici. Difatti la combinazione tra diuretici e tisane (o integratori) a base di betulla potrebbe causare capogiri o ridurre di troppo la pressione del sangue. Inoltre la betulla potrebbe, di contro, aumentare la concentrazione di sodio nel sangue e questo sarebbe concausa di pressione alta.

Qualche premura

Quindi prima di assumere tè a base di betulla, è bene considerare questi aspetti. Se invece godiamo di ottima salute e non soffriamo di patologie specifiche, potremmo provare qualche infuso. Sempre con parsimonia e magari alternando tale tisana ad altre già note per le proprietà benefiche sui capelli. Ne sono un esempio le tisane alla curcuma, all’equiseto o all’ortica. Facendo nostre queste sane abitudini, potremmo venire in aiuto dei nostri capelli. Fondamentale sempre associare un corretto stile alimentare ed eventualmente, se il problema persiste, consultare un tricologo o altra figura esperta.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te