Stop a detersivi, bicarbonato e aceto, è questo il prodotto ideale per pulire la friggitrice ad aria senza rovinarla eliminando i cattivi odori

“Fritta è buona anche una ciabatta” recita un famoso detto popolare. A maggior ragione da quando moltissimi di noi hanno deciso di acquistare una friggitrice ad aria, rendendo le fritture ancora più delicate e leggere. Ma come ogni elettrodomestico che abbiamo in casa, anche la friggitrice ad aria deve essere usata e pulita nella maniera corretta. Qualche giorno fa abbiamo scoperto i cibi che non dovremmo mai cucinare con questo strumento. Oggi, invece, sveleremo come pulirlo nel modo giusto. Quindi stop a detersivi, bicarbonato e aceto, è questo il prodotto ideale per pulire la friggitrice ad aria senza rovinarla eliminando i cattivi odori. Vediamo di cosa si tratta perché probabilmente lo abbiamo già in casa. E in più daremo anche qualche altro consiglio di pulizia generale.

Stop a detersivi, bicarbonato e aceto, è questo il prodotto ideale per pulire la friggitrice ad aria senza rovinarla eliminando i cattivi odori

Tra i tanti vantaggi che può darci una friggitrice ad aria, c’è anche quello che non usare l’olio rende la pulizia più facile. Questo però non significa che non dobbiamo pulirla mai.

Prima di scoprire i prodotti ideali per la pulizia, è importante sapere due cose. La friggitrice ad aria va pulita sempre quando è completamente fredda. Ne va della nostra sicurezza e di quella dell’apparecchio. Evitiamo, però, di aspettare troppo tempo. Altrimenti rischiamo che lo sporco e i residui di cibo diventino troppo difficili da rimuovere.

Adesso che abbiamo capito i tempi, non ci resta che prendere soltanto 4 oggetti. Un panno in microfibra, una spazzola con setole morbide (possibilmente lunga), del sapone neutro e dell’olio di limone. Ed è proprio questo il prodotto che ci permetterà di pulire a fondo l’elettrodomestico e di dire addio ai cattivi odori.

Come pulire la friggitrice ad aria

La pulizia più importante è quella delle parti estraibili della friggitrice. Per l’esterno, invece, potrebbe essere sufficiente un panno inumidito. Di solito, per parti estraibili si intendono il cestello e la vaschetta sottostante.

Entrambe andrebbero pulite a mano. Per togliere il grasso accumulato dovrebbero essere sufficienti una bacinella d’acqua e del sapone neutro. Qualche minuto in ammollo e poi potremo procedere alla pulizia con il panno non abrasivo. Per i residui di cibo incastrati, dovremmo invece usare la spazzola. Le setole dovranno essere più morbide possibile. Altrimenti rischiamo di graffiare i componenti e di rovinarli irrimediabilmente.

Anche se abbiamo pulito a fondo la friggitrice, non è insolito che permanga del cattivo odore. Ed è qui che entra in gioco l’olio di limone. Prendiamo una ciotola con dell’acqua e versiamo 10-20 gocce di olio di limone. Mischiamo e bagniamo il nostro panno nella miscela. Non ci resta che pulire delicatamente tutte le parti, estraibili e non, e dire definitivamente addio ai cattivi odori.

Approfondimento

La usiamo per cucinare e digerire ma questa spezia potrebbe rivelarsi fenomenale anche per eliminare i cattivi odori in cucina

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te