Sottovalutare la febbre dei nostri gatti potrebbe portare a queste gravi conseguenze

Come per l’essere umano, l’aumento della temperatura sistemica nei gatti serve al loro organismo per difendersi spontaneamente dall’attacco di virus. Questo sintomo che, nei nostri amici felini, è quando la febbre supera i 39 gradi deve subito metterci in allarme. Il tutto potrebbe risolversi con nessuna conseguenza oppure essere di fronte a infezioni, avvelenamenti, patologie respiratorie.

Sottovalutare la febbre nei nostri gatti potrebbe portare a queste gravi conseguenze. Doveroso premettere che, come molti pensano, constatare se le orecchie del gatto sono calde non è un’indicazione veritiera della sua salute. Al massimo possono solo avvisarci che qualcosa non va e portare di conseguenza il nostro amico dal veterinario per un approfondimento.

Come misurare la febbre al gatto

La prevenzione è importante e, se notiamo che il nostro felino è giù di morale o mangia poco, la misurazione della sua temperatura è un buon inizio.

Tutto quello che ci serve è un termometro rettale, come per i neonati, un croccantino da dargli come premio dopo la misurazione e tanta buona volontà. Il gatto non deve viverlo come un trauma, aiutiamolo quindi lubrificando il termometro (vaselina) e, passati pochi minuti, estrarre l’attrezzo e disinfettarlo. Se ha la febbre (sopra i 39 gradi) contattare subito il veterinario perché sarà lui che valuterà le cure da intraprendere.

Successivamente leggeremo quante patologie, anche gravi, sono correlate con una temperatura alta, ragion per cui è meglio evitare rimedi fai da te.

Sottovalutare la febbre dei nostri gatti potrebbe portare a queste gravi conseguenze

È necessaria una premessa: la temperatura di gatti e cani può avere dei picchi anche in concomitanza di agitazioni o spaventi eccessivi. In questo caso la nostra preoccupazione deve essere minore.

L’ipertermia è causata da diverse patologie più o meno gravi. Si parte da quelle respiratorie (polmonite) o gastroenteriche (gastroenterite) fino ad arrivare a problematiche che il gatto può “raccogliere” stando molto fuori casa. È frequente che i gatti combattano e si lascino dei morsi o graffi che potrebbero portare infezioni alla cute e quindi febbre. Un’altra causa davvero subdola, perché invisibile, è l’avvelenamento del felino; la temperatura può arrivare alle stelle per poi portare il gatto in ipotermia.

Patologie molto frequenti che, però, si manifestano con temperature non eccessivamente alte sono quelle renali. Capita spesso che, dopo alcuni esami, un gatto in salute ma con un po’ di ipertermia manifesti una grave insufficienza renale.

È oggettivo che il ventaglio di cause di una temperatura alta nel felino sia davvero ampio e sfaccettato. Proprio per questo alla minima avvisaglia il consiglio è quello di interpellare il veterinario di fiducia e mettere il micio in mani sicure.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te