Sorprenderà a cosa servono i tagli sul pane e perché farli prima di infornare

pane

Il pane è uno di quegli alimenti da avere sempre in casa, infatti con un po’ di companatico diventa un pasto completo. Solitamente, lo si acquista in un panificio o al supermercato, ma in tanti lo producono anche in casa da sé. Un modo per risparmiare ma anche per provare la soddisfazione di mangiare un prodotto fatto con le proprie mani come si usava una volta. In più, il profumo fragrante pervaderà la casa solleticando le narici ma soprattutto lo stomaco.

Per preparare il pane servono pochi ed economici ingredienti. Il primo è la farina, possiamo scegliere tra le varie tipologie. Le più consigliabili, in base al contenuto di glutine e forza di elasticità, sarebbero la farina 0, la farina 1 e la manitoba. Possiamo usare anche farine integrali qualora mescolate con farina bianca per renderle più panificabili. In caso la farina sia scaduta da un po’ ricicliamola per altri utilizzi, evitando così di compromettere tutto il lavoro.

Indispensabile sarà il lievito, in questo caso potremo optare tra quello di birra e il lievito madre. Il primo richiederà meno tempo, quindi va a velocizzare la prima e la seconda lievitazione del pane.

Per il lievito bisognerà usare acqua tiepida, fondamentale per un buon risultato. Oltre al sale, nella lista degli ingredienti rientrano un pizzico di zucchero o di miele perché aiutano la lievitazione.

Per far lievitare bene l’impasto, facciamolo riposare coperto in una zona calda e lontana dall’aria fredda.

Indice dei contenuti

Sorprenderà a cosa servono i tagli sul pane e perché si fa la croce

Una caratteristica del pane indubbiamente sono i tagli nella parte superiore della pagnotta e che contribuiscono alla sua estetica. In realtà, non è solo un fatto esteriore, perché quei tagli contribuiscono alla riuscita del pane.

I tagli sono da fare prima di infornare il pane e hanno un motivo ben preciso. Col calore del forno, l’impasto continua a crescere. Ciò potrebbe far rompere la crosta esterna e andarne a rovinare la consistenza. Allo stesso tempo i tagli, dunque, aiutano anche l’aumento di volume interno. Quindi sono fondamentali per una mollica soffice e dalla crosta croccante e integra.

In alcuni forni e in molte case, i tagli sono a forma di croce. Questo trova spiegazione nella tradizione cristiana e nel legame della stessa al pane e alla sua simbologia. Ma soprattutto si usava incidere la croce per assicurare una protezione alla cottura del pane e dunque la sua riuscita.

Come farlo in casa morbido e croccante

Vediamo, dunque, come tagliare il pane prima di infornare. I tagli eviteranno anche che il pane in cottura si sgonfi. Qualora ciò avvenisse, dipenderebbe da un errore nella lievitazione. Appena li incideremo sarà normale vedere il pane abbassarsi, minimamente però e non afflosciarsi totalmente.

Tra gli strumenti usati vi sono lamette da barba nuove e taglierini, purché non arrugginiti. Utilizzate anche le forbici. Lo strumento più comodo, però, rimane un coltello da pane ben affilato.

Dovremo incidere con la lama la parte superiore del pane e farla scendere in profondità di qualche millimetro. Dobbiamo avere la mano ferma e decisa, ma anche delicata.

Per facilitarsi e farla scivolare meglio, possiamo ungere la lama con l’olio.

Inoltre, prima di infornare la pagnotta, potremo ungerla con l’olio che renderà la crosta croccante. Facciamo attenzione a non versare l’olio, che oltre a essere di cattivo auspicio richiederà impegno e tecnica per toglierlo dal pavimento.

Per cuocere il pane oltre a quello a legna possiamo usare anche il forno di casa elettrico o a gas. L’importante è che sia statico e non ventilato.

Consigliabile utilizzare una pietra refrattaria da forno. Inforniamo quando il forno è già preriscaldato alla temperatura giusta per non far sgonfiare l’impasto.

Un piccolo trucchetto per far venire il pane morbido è mantenere una certa umidità. Basterà mettere una piccola teglia con l’acqua nel forno.

Verso il termine della cottura possiamo invece aprire lo sportello per far uscire il vapore e far sì che la crosta sia ben cotta e croccante.

Sforniamolo appena cotto e non tagliamolo prima che sia freddo, ne comprometteremmo la consistenza. Per conservare il pane fatto in casa e mantenerlo fresco, ideale una busta di carta.

Quindi, sorprenderà a cosa servono i tagli sul pane, ma una volta scoperto non ne faremo certo più a meno.

Consigliati per te