Sono ottimi profumatori ricchi di proprietà benefiche per l’uomo, ma potrebbero mettere in grave pericolo la salute del nostro gatto

Siamo spesso in cerca di metodi e soluzioni economiche e naturali per profumare la casa. Il problema dei cattivi odori riguarda molti punti della casa, ma soprattutto le stanze dove c’è un lavabo e un rubinetto. Le tubature e gli scarichi purtroppo sono le cause principali di puzze indesiderate. A questi si aggiungono la spazzatura, specialmente in estate, oppure il frigorifero.

In ogni caso, avere una casa che profuma di pulito crea un’atmosfera accogliente e piacevole. Con questo scopo, negli ultimi anni sono nati profumatori di ogni tipo, elettrici, a sbuffo, spray etc. Una tra i più amati consiste nel vaporizzare gli oli essenziali. Questi sono ottimi profumatori ricchi di proprietà benefiche. Rilassanti, calmanti, balsamici, ne esistono di ogni tipo e per qualsiasi gusto.

Tuttavia, pochi sanno che gli stessi oli benefici per l’uomo potrebbero creare notevoli problemi ai nostri amici animali. Nello specifico, nei gatti alcune di esse potrebbero avere delle controindicazioni e addirittura essere tossici.

Non qualsiasi olio essenziale

Come per noi, anche per i gatti esistono alcune profumazioni che possono provocare delle reazioni positive. Tuttavia, in alcuni casi il rischio supera i benefici. Infatti, alcuni oli in commercio si sono dimostrati velenosi se leccati o inalati per gli amici felini.

Un solo diffusore che espande le molecole di olio profumato nell’aria può riuscire a intossicare il nostro micio senza che ce ne accorgiamo. A volte possono bastare poche gocce perché accada il peggio.

Sono ottimi profumatori ricchi di proprietà benefiche per l’uomo, ma potrebbero mettere in grave pericolo la salute del nostro gatto

La regola principale quando si hanno animali in casa è la cautela, specialmente quando si usano prodotti o sostanze che non sappiamo quale reazione possano causare. Gli oli essenziali dovrebbero essere utilizzati dopo aver chiesto parere al nostro veterinario di fiducia.

Nel frattempo, ecco una lista degli oli che andrebbero evitati in presenza di un gatto o ben custoditi:

  • limone;
  • cannella;
  • tea tree oil;
  • timo;
  • ylang ylang;
  • betulla;
  • chiodi di garofano;
  • menta piperita;
  • abete;
  • olio wintergreen.

Allo stesso tempo ce ne sono degli altri che non causano problemi al nostro animale, anzi hanno il potere di rilassarlo. Questi sono:

  • camomilla;
  • citronella;
  • rosmarino;
  • rosa;
  • valeriana;
  • geranio.

Ad ogni modo, meglio tenerli sempre lontani dalla loro portata. Se per sbaglio il gatto ne inalasse di tossici, i sintomi più comuni sono arrossamento delle mucose, occhi irritati, bava, vomito, tremolii e difficoltà respiratoria. In quel caso recarsi subito dal veterinario.

Lettura consigliata

Ecco i rimedi naturali per difendere il nostro cane da zecche e pulci eliminandole definitivamente

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te