Solo mezzo spicchio al giorno per dire addio a pulci e zecche del cane

La pulizia del nostro animale domestico è un’azione importante che dovremmo effettuare regolarmente. Infatti non porta benefici solo a lui, ma ci permette di mantenere igienizzata tutta la casa. Tra i problemi che più affliggono il cane vi sono quegli odiosi parassiti che si nascondono nel suo pelo. Quasi impossibili da vedere, possono costituire una minaccia seria se non li si neutralizza per tempo.

Se non siamo sicuri né dell’efficacia né dell’igiene che ci offrono gli antiparassitari commerciali, potremmo sfruttare delle soluzioni più ecologiche. La nostra Redazione ha infatti scoperto come un tipico ingrediente della cucina possa aiutare il cane a liberarsi una volta per tutte da questi animaletti.

Una minaccia velata

Ma perché pulci e zecche sono così pericolosi per il nostro animale? Innanzitutto per le loro dimensioni molto ridotte, difficili da notare a occhio nudo. Questo gli permette di agire indisturbate e succhiare il sangue del cane. Ma non finisce qui. Questi parassiti possono portare patologie anche gravi, tra le quali la malattia di Lyme, e favorire la proliferazione dei vermi intestinali. Se notiamo il cane grattarsi insistentemente sarà dunque il caso di dargli un’occhiata e prenotare subito una visita dal veterinario.

Solo mezzo spicchio al giorno per dire addio a pulci e zecche del cane

Il rimedio al quale non avremmo mai pensato per risolvere il problema arriva direttamente dalla dispensa. Si tratta del semplice aglio. Questo prezioso alimento ha infatti proprietà antifungine, antibiotiche e antiparassitarie e se dosato correttamente offre molti benefici al cane.

Tutto quello che dobbiamo fare è aggiungerlo alla sua dieta. Ne basta solo mezzo spicchio al giorno per dire addio a pulci e zecche del cane. Secondo il dottor Richard Pitcairn nel suo libro “Complete guide to natural health for dogs and cats” è questa la dose per i cani dai 5 ai 7 kg di peso. Per le razze più grandi possiamo anche arrivare a uno spicchio intero.

Decidiamo noi se inserirlo intero nella ciotola o tritarlo insieme al cibo, ma utilizziamolo preferibilmente fresco. Occhio in ogni caso a non esagerare con la quantità, perché l’aglio può avere delle controindicazioni sulla salute dell’animale. Ogni tanto sospendiamolo dalla dieta per qualche giorno o anche una settimana intera. In ogni caso rivolgiamoci prima al veterinario di fiducia per capire se il nostro cane può assumerne in giuste quantità.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te