Sole caldo, mare cristallino e deliziosi paesini caratteristici in questa meta economica perfetta per un viaggio di primavera o Pasqua

Tra pochi giorni entreremo in primavera, la stagione dei fiori ma anche delle gite fuori porta. Sarebbe anche già il momento di pensare alle prossime vacanze estive, specie se si intende andare all’estero oppure se si ha in mente una destinazione piuttosto popolare e ricercata. Dopo il lungo inverno, si ha voglia di caldo. Chi riesce a ritagliarsi qualche giorno di ferie, magari anche approfittando delle prossime festività pasquali, può pensare a qualche località estera dove il clima è già abbastanza mite. Da sempre, le isole Canarie sono molto gettonate. Sono molti i pensionati che vanno addirittura a viverci. Il clima è gradevole tutto l’anno e il costo della vita è decisamente più basso rispetto al nostro.

Per visitare queste isole non c’è bisogno di aspettare la pensione. Le Canarie, infatti, sono una meta ideale per un breve viaggio di primavera. In genere, molti pensano a Tenerife, Lanzarote e Fuerteventura. Tutte queste offrono spiagge e paesaggi meravigliosi. Nel presente articolo vorremmo, però, parlare di un’altra isola dell’arcipelago. L’isola di cui parleremo, oltre alle spiagge, è ricca di tantissimi paesini molto caratteristici che ben si prestano per essere visitati.

Sole caldo, mare cristallino e deliziosi paesini caratteristici in questa meta economica perfetta per un viaggio di primavera o Pasqua

Eccoci quindi a Gran Canaria! Anzitutto, bisogna assolutamente visitare Las Palmas, il centro abitato più grande dell’isola. La Vegueta, il suo centro storico, è Patrimonio Unesco. Si tratta di un quartiere antico dove si concentra gran parte dei monumenti e degli edifici storici cittadini. Oltre alla particolare cattedrale, che mescola vari stili architettonici (gotico, neoclassico e rinascimentale), ricordiamo la Casa Consistoriales, ovvero il municipio di Las Palmas. Imperdibile anche Casa de Colon, con le caratteristiche balconate in legno dove, si dice, abbia soggiornato Cristoforo Colombo.

Chi preferisce il mare deve spostarsi sulla costa sud occidentale, perché è ricca di resort, ristoranti e spiagge attrezzate. Tuttavia, la costa di Gran Canaria non è fatta solo di spiaggia e mare. Anche qui vi sono, infatti, località caratteristiche che meritano una sosta. Maspalomas, frazione di San Bartolomé de Tirajana, è tra le mete più frequentate d’Europa per la particolarissima presenza di dune. Sembra di essere in un deserto africano. La zona più servita e maggiormente ricca di strutture e attività ricettive è Playa del Inglés.

Puerto de Mogán, il fiore all’occhiello di Gran Canaria

Puerto de Mogán è un incantevole gioiellino. Visitando questo paesino è obbligatorio avere a portata di mano macchina fotografica o cellulare, perché gli scorci che offre questa cittadina sono semplicemente mozzafiato. Dall’inconfondibile stile mediterraneo, è un agglomerato di casette che si sviluppa attorno al porto turistico. Tutte le case sono intonacate di un bel bianco cangiante, mentre porte e finestre hanno cornici coloratissime. Fucsia, blu e verde sono i colori predominanti. Per visitare Puerto de Mogán si attraversano vicoli strettissimi e incantevoli piccoli ponti. Proprio per quest’ultimo dettaglio, Puerto de Mogán è soprannominato la “piccola Venezia”.

Ed infine, ci sono molti itinerari escursionistici che puntano all’interno dell’isola.

E così, sole caldo, mare cristallino e deliziosi paesini caratteristici in una località dove mangiare ottimo pesce fresco e gustose paelle a prezzi modesti. Gran Canaria si raggiunge in poco più di 4 ore di volo dall’Italia. La tratta è servita anche dalle compagnie low cost.

Approfondimento

Incastonato tra mare e montagna, questo borgo da poco eletto tra i più belli d’Italia è perfetto per passeggiate indimenticabili

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te