Silenziosa e segreta e lontana dalle folle questa spiaggia a pochi passi dall’Italia è un’oasi di quiete e meraviglia

Fra pochi giorni si arriva finalmente al mese di luglio, un periodo più rilassato anche per chi è ancora al lavoro. Se si ha la fortuna di avere un periodo di smart working o se comunque se si hanno i weekend liberi è proprio il caso di trascorrere qualche giorno di tranquillità al mare.

Per questo oggi consigliamo un posto perfetto per chi non sopporta le calche impazzite di turisti. È infatti silenziosa e segreta e lontana dalle folle questa spiaggetta situata in Francia, ma non troppo distante dal confine con l’Italia. Scopriamo insieme dove si trova e perché dovremmo proprio andarci.

Le migliori spiagge sparse fra la Liguria e la Francia

La riviera di Levante è sicuramente la più amata della Liguria. Da questo lato, infatti, ci sono moltissimi posti da vedere, fra cui Portofino e le famosissime Cinque Terre, al confine con la Toscana.

La parte di Ponente però vanta dei luoghi altrettanto interessanti e una vicinanza con la Francia e con la sua iconica Costa Azzurra. Da questo lato infatti si possono trovare delle località molto pittoresche come Alassio, Arma di Taggia, Varigotti, Laigueglia e Dolceacqua.
Alcune di queste sono state premiate consecutivamente con il riconoscimento Bandiera Blu, ovvero una nota di merito per le località balneari più pulite e più belle. Giusto al di là del confine, poi, si estende tutta la parte francese con Mentone, chiamata anche “perla della Francia”, e Saint-Jean-Cap-Ferrat.

Silenziosa e segreta e lontana dalle folle questa spiaggia a pochi passi dall’Italia è un’oasi di quiete e meraviglia

A circa tre ore da Ventimiglia si trovano però delle chicche più nascoste e meno prese d’assalto dai turisti. Stiamo parlando, ad esempio, di Calanque de Morgiou, nei pressi di Marsiglia. Si tratta di una insenatura azzurra, molto profonda che, nonostante la sua natura selvaggia, si rivela adeguatamente attrezzata e facilmente raggiungibile in macchina.

Sono inoltre presenti dei punti per ristorarsi e rinfrescarsi e un piccolo porto, famoso nella storia per aver ospitato una pantagruelica pesca del tonno in occasione della visita del sovrano Luigi XIII.
È anche presente la grotta sottomarina di Cosquer, all’interno della quale sono stati ritrovati dei disegni preistorici. Naturalmente, essendo l’ingresso principale situato sott’acqua, non è accessibile. Possono solo entrarci studiosi e persone autorizzate.

Lettura consigliata

Queste due spiagge segrete sono fra le più belle di Italia per il loro mare blu e per il loro litorale incontaminato lontano dai turisti

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te