Siamo proprio certi che Telegram sia più sicuro di WhatsApp?

Queste sono le due applicazioni di messaggistica istantanea più importanti e conosciute al mondo. WhatsApp è sicuramente la più utilizzata dai consumatori. Si stima infatti che abbia circa 1,5 miliardi di utenti e che vengano scambiati in media 65 miliardi di messaggi al giorno. Telegram ha numeri più bassi: 400 milioni di utenti e 15 miliardi di messaggi giornalieri. Le due applicazioni offrono servizi diversi.

Per quanto riguarda WhatsApp si ha un approccio più verso il mondo dei social media. Si possono infatti fare storie, stati e anche videochiamate. Telegram invece punta su altre funzionalità come i canali con migliaia di utenti, invio e ricezione di file di grande dimensione e varie altre funzioni. Lo scontro di questi due colossi avviene però sul tema della sicurezza e della privacy degli utenti. È proprio su questo che la seconda applicazione sembra stia puntando e acquisendo più punti. Ma siamo proprio certi che Telegram sia più sicuro di WhatsApp? C’è un dettaglio che forse ci siamo persi.

La tutela della privacy

Ciò che caratterizza Telegram in quanto a sicurezza è il garantire l’anonimato. Infatti oltre a poter cambiare il proprio nickname a piacimento, permette di scegliere se associare il nostro numero di telefono o meno. O meglio nega la possibilità agli altri utenti di vedere il nostro numero. In questo modo possiamo renderci completamente anonimi. Ciò che invece è comune alle due applicazioni è l’uso della crittografia end-to-end. Questo sistema di protezione codifica ogni messaggio delle chat. Solo chi invia e chi riceve il messaggio ha la chiave per decodificarlo. In questo modo a poter leggere la chat sono solo l’emittente e il ricevente.

Quindi grazie a questo sistema anche se qualcuno riuscisse ad intercettare una conversazione questa risulterà indecifrabile. Adesso sappiamo come possono tutelarci queste due applicazioni. Quindi sembrerebbe facile capire qual è la migliore in questi termini, tuttavia siamo proprio certi che Telegram sia più sicuro di WhatsApp?

Il dettaglio che fa la differenza

C’è un piccolo particolare che può ribaltare l’asticella e riguarda proprio la crittografia end-to-end.

Magari è capitato di notare, quando apriamo una chat di WhatsApp, un avviso che dice che la conversazione è protetta da questo sistema. Questo avviso non è lì a caso ma ha un significato specifico. WhatsApp infatti immette automaticamente la crittografia end-to-end alle nostre conversazione.

Diversa è la situazione per quanto riguarda Telegram. Qui infatti non siamo protetti in automatico. Per esserlo dobbiamo essere noi ad attivare il sistema di sicurezza con l’opzione “chat segreta” per ogni contatto con cui vogliamo chattare. Questo è il passaggio fondamentale perché in pochi sanno questo dettaglio e riescono quindi a tutelarsi. Mentre sono in molti che pensano di affidarsi a Telegram per la sua rinomata sicurezza e invece non sono affatto protetti. A seguito di ciò, alla domanda siamo proprio certi che Telegram sia più sicuro di WhatsApp? La risposta è che dipende da quanto siamo informati.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te