Si riparte al rialzo oppure si scende per tutto dicembre? Focus sui mercati

Si riparte al rialzo? Ripresa tiepida, ma pur sempre ripresa, quella di Piazza Affari. Il Ftse Mib, partito debole già in mattinata, arriva qualche minuto dopo le 15 a guadagnare lo 0,16%. Intanto lo spread, cioè il differenziale di rendimento tra Bund tedeschi e Btp italiani, rimaneva praticamente stabile a 170,7 punti. Lo stesso dicasi per il rendimento del titolo di stato a 10 anni, che confermava 1,341%.

I mercati del Vecchio Continente

In ordine sparso il resto del Vecchio Continente. Infatti nello stesso momento il Cac 40 di Parigi segnava 0,24% mentre il Dax di Francoforte era a +0,27%. In tutto questo il Ftse 100 perdeva lo 0,38%.

Wall Street

Sotto pressione, invece, i futures di WalL Street nel giorno dopo la chiusura per il Giorno del Ringraziamento. Infatti alle 15.10 (oa italiana) l’S&P 500 perdeva lo 0,17%. Ma il segno meno si trovava, nello stesso momento anche su Dow Jones a .020% e sul Nasdaq a -0,28%. Previsti scambi sottili per la seduta odierna che chiuderà in anticipo per la festività del Black Friday.

Le ultime raccomandazioni a Piazza Affari

Tra gli aggiornamenti sui rating di oggi a Piazza Affari sono da segnalare i buy di Banca Imi su Anima Holding (MIL:ANIM) con prezzo obiettivo di 5 euro ed Erg con target di 21,12 euro. Buone notizie anche per FCA (buy a 16 euro) e Saipem con fair value di 5,90 euro. Meglio ancora vanno le cose per Enav che, sempre per Banca Imi vale un rating add inoltre per con fair value di 6,10 euro.

Gli eventi più importanti attesi nel calendario economico di lunedì

Lunedì prossimo sarà la giornata dei dati PMI di novembre su tutte le zone economicamente più importanti: Usa, Cina, Giappone ed Europa. In particolare per gli Usa sarà anche il giorno di pubblicazione dell’indice ISM, sempre di novembre.  Tra i dati pubblicati oggi, invece, risalta il calo a novembe sulla disoccupazione italiana a 9,7% invece di 9,8%. Bene anche il risultato dei prezzi al consumo (0% anno su anno e 0,4% mese su mese). Stabile, sempre per l’Italia, il PIL del terzo trimestre a 0,3% come preventivato. Inciampano invece le vendite al dettaglio della Germania a -1,9% mentre, sempre su Berlino, è stabile il tasso di disoccupazione di novembre al 5%.

Agli orari prefissati si può consultare il calendario economico per leggere l’esito dei dati macroeconomici pubblicati.

Si riparte al rialzo oppure si scende per tutto dicembre?

La settimana che si è appena conclusa è stata interlocutoria per i mercati europei e per Wall Street condizionata dall’ interruzione della Festa del Ringraziamento. Il trend plurigiornaliero è ancora rialzista e si potrebbe già ripartire da subito al rialzo.

Qual è il segnale invece di inizio di nuove spirali ribassiste?

Chiusure della giornata di contrattazione del  2 dicembre inferiori a:

S&P 500

3.091

Dax Future

13.038

Eurostoxx Future

3.647

Ftse Mib Future

23.100

Sotto questi livelli potrebbe partire un ribasso del 3/7%.

Mantenere esposizione ridotta di breve termine in quanto la situazione grafica non è ancora convincente. Lunedì attendiamo segnali chiari dai mercati.

Approfondimento

Cosa comprare e vendere  sui mercati azionari nel mese di dicembre

©Riproduzione riservata. Tutti i testi e le immagini sono protetti da copyright di ProiezionidiBorsa

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.