Si può avere diritto alla detrazione del 19% se si acquista un materasso nuovo anche senza invalidità

Poter contare su uno sconto quando si acquistano beni essenziali è molto importante.  Soprattutto se la spesa che si sostiene è consistente. Proprio per questo è bene documentarsi prima di effettuarla per capire se potrebbe spettare la detrazione del 19% sulla prossima dichiarazione dei redditi.

Anche per capire quali sono i documenti necessari per poter approfittare dell’agevolazione. Si può avere diritto alla detrazione del 19%, oltre che per medicinali e visite, anche per i dispositivi medici. Ovvero tutte quelle apparecchiature e prodotti che servono per curare, diagnosticare o prevenire una malattia. 

Detrazione al 19% anche sui dispositivi medici

La detrazione di cui si può approfittare in dichiarazione dei redditi del 19% riduce l’imposta dovuta. E proprio per questo si configura come un vero e proprio sconto sul bene acquistato. Il beneficio, riconosciuto per le spese mediche, ingloba anche le spese sostenute per l’acquisto dei dispositivi medici. Ma in questo caso è necessario rispettare  determinati requisiti e presentare una specifica documentazione per far fronte a un futuro accertamento fiscale.

Per capire se la spesa sostenuta può essere finalizzata ad abbassare l’IRPEF dovuta, è necessario che l’acquisto sia comprovato da apposita documentazione. Ricevuta fiscale, scontrino parlante o fattura da cui si possibile evincere i dati del soggetto.

Si può avere diritto alla detrazione del 19% se si acquista un materasso nuovo anche senza invalidità

L’acquisto del materasso può dare diritto alla detrazione del 19% a patto che lo stesso sia ortopedico o antidecubito. Queste tipologie di materassi, secondo il DL 46 del 1997, rientrano tra i dispositivi medici. Importante conservare la documentazione di acquisto in cui deve essere certificato che il prodotto abbia marcatura CE. Questo, ovviamente, oltre al documento di acquisto da cui risulti chiaramente il soggetto che ha sostenuto la spesa.

A chiarire come ottenere la detrazione è anche la circolare 19E/2020 in cui l’Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti sulla documentazione necessaria.  Scontrino, ricevuta o fattura devono riportare chiaramente la descrizione del prodotto che si è acquistato.

Non è valida, quindi, eventuale documentazione in cui sarà riportata genericamente la dicitura “dispositivo medico”. Si ricorda che i dispositivi medici possono essere portati in detrazione anche se pagati in contanti. Non è, quindi, necessario aver pagato il materasso con una forma di pagamento tracciabile. 

In molti, però, si chiedono se per l’acquisto del materasso ortopedico da portare in detrazione sia determinante avere una prescrizione del medico curante. La prescrizione è una delle condizioni a cui è subordinata la possibilità di detrarre il dispositivo medico. Ma tale documento può essere sostuito anche da una auto dichiarazione sostitutiva di atto notorio. In essa deve essere dichiarata il motivo per cui l’ausilio medico è stato acquistato. E deve essere accompagnata da copia di un documento di identità del dichiarante.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te