Si possono utilizzare i permessi Legge 104 per fare un viaggio?

I permessi Legge 104 possono essere fruiti dai lavoratori disabili e dai lavoratori che assistono un familiare disabile in situazione di gravità (Legge 104). I permessi consistono in tre giorni retributivi anche frazionati ad ore. La domanda posta agli Esperti di ProiezionidiBorsa è se si possono utilizzare i permessi Legge 104 per fare un viaggio? In merito si è pronunciata anche la Corte di Cassazione, verifichiamo cosa hanno risposto i giudici.

Si possono utilizzare i permessi Legge 104 per fare un viaggio?

Le agevolazione della Legge 104/92 hanno come obiettivo l’integrazione nel mondo del lavoro e nella società. La Legge 104 ha come finalità la tutela della salute psicofisica della persona con disabilità. Più volte la Corte di Cassazione è intervenuta a chiarire vari aspetti dei diritti dei percettori della Legge 104. Quindi, si possono utilizzare i permessi Legge 104 per fare un viaggio? La risposta è contenuta nella sentenza della Corte di Cassazione n. 20243 del 25 settembre 2020.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Nessun abuso

La sentenza rileva che il lavoratore con disabilità che fruisce dei permessi Legge 104 non deve necessariamente utilizzarli per effettuare visite mediche o adempimenti di carattere medico. Infatti, i giudici chiariscono che la norma precisa che i permessi devono anche garantire l’integrazione sociale per ridurre l’impatto negativo causato dalla disabilità. Abbiamo chiarito questo concetto nell’articolo “Permessi legge 104 non tutto si può fare”

Quindi, secondo i giudici, l’allentamento dal posto di lavoro permette la compatibilità tra le situazioni di salute e l’attività lavorativa.

Con queste motivazioni, la Corte di Cassazione ha escluso ogni tipologia di abuso per il soggetto che fruisce dei permessi Legge 104 e decida di effettuare un viaggio con finalità non connesso strettamente alla cura medica.

Invece, con la sentenza n. 8784 del 30 aprile 2015, la Cassazione ha ritenuto legittimo il licenziamento disciplinare di un lavoratore che fruisce dei permessi Legge 104 per il familiare disabile. Il dipendente, però, ha utilizzato i permessi per scopi personali totalmente estranei alla cura e all’assistenza del familiare.

Consigliati per te