Settimana decisiva, ecco come scoprire se per Piazza Affari sarà record o tonfo

Per la Borsa di Milano si apre una settima importantissima. Dopo il crollo delle quotazioni di giovedì e il parziale recupero di venerdì, adesso scopriremo il futuro prossimo del nostro listino. Per la nostra Borsa questa sarà una settimana decisiva, ecco come scoprire se per Piazza Affari sarà record o tonfo.

Grazie alla seduta odierna e a quelle di questa settimana, capiremo se per il nostro listino si prospetta un rialzo estivo. Oppure se a Piazza Affari si dovrà soffrire per il resto di luglio. Dipenderà tutto da come chiuderà questa settimana. Se i prezzi del Ftse Mib finiranno sopra i 25.000 punti, l’indice avrà scongiurato il pericolo di calo per la seconda parte di luglio. Se invece i prezzi non riusciranno a rimanere sopra i 24.900/25.000 punti, probabilmente avranno una progressiva discesa nelle settimane successive. A meno di colpi di scena inaspettati e imprevedibili.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Settimana decisiva, ecco come scoprire se per Piazza Affari sarà record o tonfo

La chiusura di venerdì non deve ingannare. I motivi della risalita parziale dei prezzi gli abbiamo scritti nell’articolo: “Su la Borsa, esplode un settore ma Piazza Affari rischia il tonfo”. La chiusura del Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) a 25.051 punti è incoraggiante. Ma oggi l’indice maggiore di Piazza Affari deve dimostrare di potere continuare a salire.

Una nuova chiusura sopra 25.000 punti rafforzerà l’indice, ma meglio sarebbe se i prezzi riuscissero a terminare sopra i 25.200 punti. In quel caso si aprirà la strada verso un ritorno in area 25.400/25.500 punti. Se questa ipotesi si verificasse, l’indice potrebbe raggiungere la soglia dei 26.000 punti entro la fine della settimana, con il conseguente record dal 2007.

Ma occorre anche tenere in considerazione lo scenario opposto, ovvero quello che prevede una nuova discesa dei prezzi. In questo caso sarebbe confermata l’ipotesi che la seduta di venerdì è stata un rimbalzo dovuto a ricoperture. Trader che giovedì hanno scommesso allo scoperto sul ribasso di indice e titoli (in particolare bancari) e venerdì hanno comprato per coprirsi. Sarebbe così spiegata l’esplosione rialzista di alcune azioni bancari.

Se venerdì gli investitori hanno fatto acquisti solo per ricopertura, allora oggi e nelle prossime sedute la Borsa di Milano tornerà a scendere. E allora sarà tonfo. Il primo segnale d’allarme arriverà con una chiusura del Ftse Mib sotto i 24.900 punti a cui, probabilmente, seguirà un calo dei prezzi prima a 24.400 punti e poi in area 23.900/24.000 punti.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te