blank

Semplici consigli per orchidee sane e fiorite perfette per abbellire la casa

Le orchidee sono tra le piante ornamentali più conosciute e apprezzate tra quelle che si hanno in casa.

Si tratta di piante tropicali perenni in grado di fiorire e rifiorire in continuazione. Per permettere alle orchidee di mantenersi sempre in fiore sarà necessario riservare loro alcune cure particolari. Le soddisfazioni saranno notevoli e i colori sgargianti dei fiori doneranno grande classe a qualsiasi ambiente.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Vediamo, allora, alcuni semplici consigli per orchidee sane e fiorite perfette per abbellire la casa.

Concime liquido

Uno dei modi per fare fiorire e rifiorire le orchidee è quello di utilizzare, ogni due settimane, del concime liquido. Sarà un’ottima idea chiedere al vivaio un prodotto specifico per orchidee che dovrà essere ricco di fosforo e potassio.

Sarà, però, bene ricordarsi che durante il periodo della fioritura bisognerà sospendere l’uso del concime e diminuire la frequenza con cui si bagnano le orchidee.

L’orchidea, poi, dovrà essere bagnata ogni dieci giorni immergendo il vaso in un contenitore pieno d’acqua per circa mezz’ora.

Potatura

Alcuni sostengono che le orchidee non andrebbero mai potate. Altri ritengono che sia necessario potare per eliminare steli e fiori vecchi.

Prima di decidere di potare l’orchidea sarà importante capire esattamente che varietà si possiede. Infatti, alcune orchidee tenderanno a produrre nuovi steli mentre altre rifioriranno sempre sullo stesso.

Per potare le orchidee ci sono due metodi diversi. Da una parte la rimozione delle foglie e dei fiori appassiti, dall’altra la rimozione degli steli improduttivi.

Per rimuovere i fiori sarà necessario tagliarli partendo dal peduncolo. Nel caso di orchidee che producono una seconda fioritura su un nuovo stelo sarà utile recidere gli steli.

Per potare utilizzare cesoie apposite. Sempre ricordandosi di disinfettarle attentamente. E ciò per evitare di trasmettere agenti patogeni alla pianta.

Per quanto riguarda le foglie è meglio non tagliarle. Cadranno ogni due o tre anni spontaneamente. Ovviamente, nel caso di marciumi, o sofferenza, bisognerà recidere anche le foglie.

In ogni caso, prima di potare, è importante capire di che specie si tratta. Infatti, per alcune orchidee, procedere con una potatura, potrebbe anche rivelarsi dannoso.

Fonti di calore

L’orchidea, per mantenersi sana, non dovrà essere esposta a fonti di calore. Per questo motivo, sarà necessario evitare di disporla vicino a termosifoni o camini. Nel caso in cui la temperatura dell’abitazione superasse i venti gradi, sarà preferibile spostare l’orchidea in un luogo più fresco.

La posizione ideale è una posizione luminosa. Ma è consigliabile fare attenzione a non bruciare le foglie con i raggi solari.

Pulizia delle foglie

Un altro consiglio per avere orchidee sane e fiorite perfette per abbellire la casa è legato alle foglie.

Dal momento che le orchidee sono piante molto delicate, sarà importante pulire attentamente le foglie. Per fare questo, si potrà utilizzare una miscela di aceto e limone. Pulire le foglie utilizzando un panno morbido. Oppure un batuffolo di cotone.

Controllare, poi, le foglie dell’orchidea. Nel caso in cui fossero gialle la pianta è esposta a troppo sole. Un verde molto intenso, invece, starà a significare una mancanza di sole.

Ecco, quindi, svelato come avere orchidee sane e fiorite perfette per abbellire la casa grazie a questi semplici consigli.

Per consigli su come potare le rose si consiglia questa lettura.

Consigliati per te