Sembra incredibile ma questa comunissima pianta aromatica è un toccasana per le scottature solari

D’estate il sole forte e le alte temperature possono diventare nemici della nostra pelle.

Basta dimenticare di applicare sulla propria pelle la protezione solare anche un solo giorno per ritrovarsi il corpo coperto di chiazze rossastre e bruciature. Per non parlare dei casi più gravi, quando le scottature diventano delle vere e proprie ustioni, con conseguenze molto spiacevoli per la salute.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Forse non tutti lo sanno, eppure le bruciature di oggi potrebbero essere l’anticamera di un tumore nel futuro. Stiamo parlando del melanoma, da cui bisogna difendersi preventivamente anche con questa visita salvavita che tutti dovrebbero effettuare regolarmente.

Per questo motivo dobbiamo stare molto attenti, e utilizzare creme e filtri solari necessari prima di esporci al sole.

Se, invece, stiamo leggendo questo articolo perché abbiamo già subito una bella scottatura, ci farà piacere scoprire quanto segue. Esistono, infatti, dei metodi antichi, i famosi “metodi della nonna” che possono aiutarci a guarire le infiammazioni della pelle causate dal sole. In particolare, in questi casi, può tornarci molto utile una pianta dalle proprietà curative e calmanti.

Sembra incredibile ma questa comunissima pianta aromatica è un toccasana per le scottature solari

Quando ci esponiamo al sole senza protezione, ci stiamo facendo del male.

La maggior parte delle persone non ci pensa, presa dal momento rilassante trascorso sulla battigia o dalla pigrizia. Il risultato è che la sera la pelle diventerà paonazza, piena di macchie rosse (nei casi peggiori anche bolle!), arrivando a creare una sensazione di bruciore davvero fastidiosa.

In questi casi le soluzioni possono essere diverse. Spalmare una crema e aspettare che il bruciore passi è una delle soluzioni più valide, ma anche la natura ci fornisce delle ottime vie di salvezza. In particolare la pianta che ci aiuterà in questi casi ha dei bellissimi fiori bianchi.

La pianta che cura e lenisce il dolore

Stiamo parlando della camomilla. Sembra incredibile ma questa comunissima pianta aromatica è un toccasana per le scottature solari. Questa pianta, infatti, ha proprietà lenitive e decongestionanti, e può essere un vero toccasana quando la pelle brucia e scotta.

Il modo ideale per utilizzarla è adagiare i filtri della camomilla, una volta raffreddati, sulla parte da decongestionare, lasciandoli in posa per qualche minuto. In alternativa si può utilizzare anche la camomilla anche come componente principale di creme da spalmare per la loro azione lenitiva e calmante. Il consiglio in più è di utilizzare anche la calendula, utile per rigenerare la pelle.

In alternativa anche l’olio essenziale alla lavanda può essere molto efficace contro scottature e bruciature.

Il metodo della nonna

Un metodo ancora più antico e naturale ma molto efficace prevede l’utilizzo dell’olio d’oliva. Si sa che i trucchi antichi solo spesso i più funzionali, e ciò vale anche in questo caso.

Basterà spalmare qualche goccia di olio d’oliva sulla pelle arrossata per notare un graduale miglioramento.

Tutti questi metodi antichi sono tramandati da anni e, per questo, sarà utile chiedere un parere al proprio medico di fiducia prima di utilizzarli.

Approfondimento

Basta scottature e macchie solari grazie a questi accessori che proteggono dal sole

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te