Sembra incredibile ma per diventare ricchi bisogna investire in questo formaggio italiano

“I soldi non puzzano”, amava ricordare il grande Imperatore romano Vespasiano. Ebbene, la storia gli ha dato ragione: gli investimenti promettenti a volte odorano. Con ciò noi di ProiezionidiBorsa non vogliamo certamente parlare di illegalità o di soldi sporchi. Crediamo convintamente nel libero mercato e nel rispetto delle regole democratiche e dei diritti umani.

Ciò che vogliamo sottolineare è che nel mercato esistono alcune tendenze che a volte sono inaspettate. Ad esempio, in pochissimi sanno che in Francia, e specialmente a Parigi, sta spopolando un formaggio italiano. Infatti, sembra incredibile ma per diventare ricchi bisogna investire in questo formaggio italiano.

Sveliamo subito il segreto

Ebbene sì, parliamo proprio della burrata. La Puglia sarà sicuramente in festa dopo aver appreso questa buona notizia. In tutti i ristoranti più alla moda di Parigi, nonché in tutte le enoteche, la burrata è l’antipasto forte. Certo, i francesi la trattano un po’ a modo loro. La servono con cose che a noi italiani potrebbero far un po’ storcere il naso.

Ad esempio, a Parigi è tipico servire la burrata con un cucchiaino. L’inesperto viaggiatore italiano si può chiedere a cosa serva un cucchiaio per mangiare la burrata. Siamo infatti abituati ad usare coltello e forchetta. Invece no, i francesi usano il cucchiaino e raccolgono la burrata come fosse quasi un dolce.

Sembra incredibile ma per diventare ricchi bisogna investire in questo formaggio italiano

Ad ogni modo, la burrata va così di moda a Parigi che siti internet francesi, specializzati nell’alta gastronomia, hanno scritto molto sul formaggio pugliese. Ci sono indicazioni di gastronomie italiane e ristoranti in cui il cliente può trovare la burrata migliore. C’è persino una mini guida per capire e conoscere le varie differenze tra burrate. Ecco, una vera miniera d’oro per l’investitore italiano che vuole capire e conoscere il mercato francese. A patto che i nostri cugini d’oltralpe abbandonino una volta per tutte l’odioso cucchiaino.

Consigliati per te